Minaccia una giovane incinta: arrestato parcheggiatore abusivo a Pescara

Pescara. La polizia di Pescara ha arrestato, ieri pomeriggio, un 60enne italiano con l’accusa di tentata estorsione.

Intorno alle 16, una giovane donna incinta ha parcheggiato l’auto in centro e, non appena scesa dal mezzo, è stata avvicinata da un uomo che, con modi aggressivi, le ha chiesto del denaro per poter sostare lì.

La donna non ha assecondato la richiesta e ha cercato di allontanarsi insieme a un’ amica che era con lei ma, di fronte al rifiuto, l’uomo le ha inveito contro e subito dopo ha fatto una telefonata dettando il numero di targa della macchina appena posteggiata.

Sul posto è intervenuta immediatamente la squadra Volante, che ha rintracciato ed arrestato il parcheggiatore abusivo per il tentativo di estorsione. Successivamente è emerso che l’ uomo, con svariati precedenti penali, nello stesso pomeriggio aveva minacciato un’altra automobilista la quale aveva segnalato il fatto alla Sala Operativa della Questura.

Analogo episodio si è verificato lo scorso primo maggio, a Pescara, quando un giovane è stato avvicinato da due uomini che hanno preteso soldi per il parcheggio: anche in tale caso, al rifiuto del giovane, i parcheggiatori abusivi, avvicinandosi con fare intimidatorio, lo hanno minacciato ed hanno colpito l’auto con calci e pugni. Anche in quel caso, Il pronto intervento della Squadra Volante ha permesso di bloccare e trarre in arresto i due uomini che, in più occasioni, avevano assunto atteggiamenti minacciosi nei confronti di automobilisti.