Nereto, torna a casa e malmena gli anziani genitori: figlio violento finisce in carcere

Nereto. Torna a casa e, sotto gli effetti dell’alcol, inizia a malmenare senza apparenti motivi gli anziani genitori.

 

E’ stato un autentico pomeriggio da incubo quello vissuto, ieri, da una coppia di anziani di Nereto che hanno dovuto arginare la furia violenta del figlio 47enne. L’uomo, pare non nuovo a situazioni del genere, nel fare rientro a casa ha iniziato ad aggredire verbalmente i genitori conviventi. Poi dalle parole, l’uomo è passato alla vie di fatto e i due anziani sono stati aggrediti con schiaffi e pugni.

 

Il padre, 80enne, non ha perso la lucidità e ha chiesto, attraverso il 112, l’intervento dei carabinieri. I militari della locale stazione, subito sul posto, hanno trovato la madre terrorizzata per quanto accaduto e preoccupata per il marito che era stato aggredito. Il figlio violento, M.S. di 47anni, nel frattempo, è stato bloccato mentre stava cercando di allontanarsi a bordo di un’autovettura. Nei suoi confronti è scattato l’immediato arresto per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali.

Successivamente, dopo aver sentito il magistrato di turno, l’uomo è stato accompagnato nell’abitazione della compagna in regime di detenzione domiciliare in attesa dell’udienza di convalida.

Il padre 80enne, vittima dell’aggressione, è stato accompagnato dal 118 all’ospedale di Sant’Omero dove è stato medicato e dimesso con una prognosi di 15 giorni.

Come detto, il figlio violento si era reso protagonista, lo scorso mese di giugno, di un analogo episodio violento sempre all’interno della mura domestiche. In quella circostanza, dopo l’intervento dei carabinieri era stato sottoposto al trattamento sanitario obbligatorio e denunciato sempre con le stesse accuse di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali.