Incidente sulla Bonifica del Salinello: morto il motociclista

Sant’Omero. E’ morto durante il trasporto il motociclista di 59 anni, Diego Di Gaetano di Nereto, rimasto coinvolto in un terribile incidente stradale lungo la Bonifica del Salinello (Sp 8), al confine tra i territori di Sant’Omero e Tortoreto.

 

L’uomo in sella ad una moto Aprilia di grossa cilindrata, per cause in corso di accertamento da parte della polizia stradale, si è scontrato con una Fiat Punto con a bordo due persone di Alba Adriatica. La moto è finita contro la parte laterale, lato guida, dell’utilitaria.

Secondo una prima ricostruzione, la Punto condotta da un uomo di 77 anni, si stava immettendo sulla provinciale, quando è sopraggiunta la moto con in sella Di Gaetano.

 

L’impatto è stato violentissimo e le condizioni del motociclista sono apparse subito gravi. Sul posto è stato fatto arrivare un elicottero del 118 che ha trasportato il 59enne al Mazzini di Teramo, dove però è giunto senza vita. Gli occupanti della Punto, invece, sono rimasti feriti in maniera lieve e accompagnati in ospedale solo per accertamenti. I due mezzi coinvolti sono stati sottoposti a sequestro.

 

Il traffico, temporaneamente chiuso nei due tratti della bonifica, è stato disciplinato dalle polizie locali di Sant’Omero e Tortoreto e riaperto poco fa.

 

Chi era il motociclista. Diego Di Gaetano, 59 anni, era molto conosciuto a Nereto e non solo. Dipendente delle poste, in passato aveva lavorato anche nel mondo dei locali come buttafuori.

Il ricordo del sindaco di Nereto. “Esprimo il cordoglio mio personale e della nostra comunità per la scomparsa dell’amico Diego”, dice Daniele Laurenzi. “Oggi se ne va una persona cara che con discrezione era sempre presente. Diego era un “gigante”, non solo fisicamente ma per la cultura che aveva e amava condividere.

Di Diego avremo sempre tutti il ricordo delle serate a Nereto quando si occupava della sicurezza degli eventi, come di quando lo trovavamo agli ingressi delle discoteche o tra i pesi della palestra. Ma Diego era anche i libri che leggeva o il sito internet che ti consigliava, e quell’odore buono di sigaro che portava con se.