Draghi bacchetta i furbi del vaccino. Riaperture “ancora non ho una data”

Campagna vaccinale, riaperture, sostegni.

Sono i temi principali affrontati dal Premier Draghi, intervenuto oggi dalla Sala Polifunzionale di Palazzo Chigi.

Alla conferenza unificata Stato-Regioni sul Recovery Plan hanno partecipato anche i ministri Gelmini, Speranza, Lamorgese, Brunetta, Franco e Franceschini oltre ai rappresentanti di Anci e Upi.

  • CAMPAGNA VACCINALE: “Con che coscienza la gente salta la fila e si fa vaccinare lasciando esposte al rischio persone che hanno più di 75 anni e un rischio concreto di morte?” è la considerazione, espressa in maniera diretta e meno pacata del solito, dal Presidente del Consiglio che aggiunge “il personale sanitario in prima fila è giusto che si vaccini, quello che non deve accadere è che la platea del personale sanitario si allarghi, includendo anche chi non è in prima linea”.
  • Il piano vaccini prosegue senza il temuto “effetto boomerang” di AstraZeneca, il numero di defezioni è stato limitato “si è visto un crollo di fiducia inferiore a quello che ci si aspettava, continueremo a dare messaggi rassicuranti ma sulla base della serietà, anche io e mia moglie ci siamo vaccinati con AstraZeneca”.
  • Sulla disponibilità delle dosi Draghi conferma “sta risalendo e non ho dubbi che gli obiettivi vengano raggiunti. La disponibilità permetterà di vaccinare entro aprile tutti gli over 80 e gran parte degli over 75 e che la scelta di mettere in sicurezza prima i fragili sarà propedeutica alle riaperture”.
  • RIAPERTURE: “La miglior forma di sostegno economico sono le riaperture” ha proseguito il Premier “io voglio che le prossime settimane siano all’insegna delle riaperture ma riaperture in sicurezza, a partire dalle scuole. Tanto più si andrà spediti nelle vaccinazioni tanto più si procederà con le riaperture”. E sulla possibile data per le riaperture ha dichiarato “non ho una data perché dipenderà dai dati di diversi parametri”.
  • Anche per il turismo Draghi non ha indicato una data di possibile apertura della stagione estiva “Garavaglia dice giugno, magari anche prima chi lo sa” ancora da stabilire le regole ma una pare certa “siamo pronti ad accogliere quei turisti che hanno un passaporto vaccinale. In ogni caso non diamo per abbandonata né la stagione turistica né quella fieristica che tra maggio ed ottobre è piena di appuntamenti che dobbiamo provare a salvare”.
  • Sempre sul tema riaperture proprio oggi Draghi ha avuto un colloquio col leader della Lega Matteo Salvini “con Draghi incontro utile e costruttivo, i dati dovranno dettare la linea sulle riaperture”.
  • I RISTORI: Nuovi aiuti alle imprese “Nel Def verrà presentato lo scostamento e poi il decreto che sarà più grande di quello passato e conterrà sia sostegni che misure per far ripartire l’economia”.