Pescara, false fatture e Iva evasa: scoperta frode da 82 milioni

Pescara. La guardia di finanza di Pescara ha scoperto una maxi frode fiscale per 82 milioni di euro commessa da due imprese di distribuzione della città le quali, attraverso false fatture, hanno evaso Iva per 18 milioni di euro.

Grazie all’evasione, inoltre, potevano permettersi di praticare prezzi molto bassi e danneggiando i competitors che agivano in piena legalità.

Individuate 29 società cartiere, denunciati 56 soggetti e ricostruito un patrimonio illecitamente accumulato pari a 16,7 milioni di euro, derivante dall’evasione accertata.

NOTIZIA IN AGGIORNAMENTO