Serie C, il Teramo abbatte anche la Casertana (2-0) e sale al primo posto

E’ un Teramo da primato quello che si prende la terza vittoria in quattro gare giocate per andare a condurre in coabitazione con Bari e Turris la classifica del girone C. Al Bonolis sbrigata anche la pratica Casertana con due reti segnate nel primo tempo ed una ripresa giocata in controllo di fronte alle difficoltà degli avversari.

La Casertana prova una partenza aggressiva imitando il Teramo delle ultime uscite, ma a passare in vantaggio è proprio la formazione biancorossa: dopo tre minuti dall’inizio del match, Iotti salta più in alto in area approfittando di una difesa un po’ allegra e porta avanti il Diavolo. Per il difensore, sul piede di partenza fino alla scorsa settimana, è ancora una rivalsa. Il gol apre le danze ad un primo tempo giocato con superiorità e fiducia nei propri mezzi. All’8′ Cuppone ed il suo tiro deviato per poco non beffano Lewandowki, ma per il resto sarà solo Teramo. Un minuto più tardi Pinzauti indirizza debolmente verso la porta con Dekic che para senza problemi; l’attaccante ci riprova al 13′ servito da Costa Ferreira ma anche questa volta l’estremo ospite c’è.

Al 18′ palla gol tra i piedi di Mungo che, servito da Ilari, si fa ipnotizzare da Dekic in uscita che mette in angolo. Il raddoppio però è nell’aria e arriva al 21′: Costa Ferreira dalla sinistra mette in mezzo per la testa di Pinzauti che tocca quanto basta per invitare Ilari a girare verso l’angolo più lontano. La Casertana accusa il colpo ed alla mezz’ora Pinzauti ci prova in diagonale senza fortuna. Prima di rientrare negli spogliatoi, Costa Ferreira indirizza alto da buona posizione.

I campani perdono Matarese nel corso del primo tempo per un brutto infortunio, mentre nel Teramo al quinto della ripresa arriva il momento dell’esordio di Cristian Bunino. Gli ospiti provano a gestire maggiormente il possesso palla ma senza creare occasioni particolari. Il Teramo invece si fa ancora pericoloso al 18′ con un lob al bacio di Ilari per Mungo, parato da Dekic. A metterci lo zampino al 29′ è ancora Ilari che da due passi, dopo tentativo di Di Francesco, viene murato dall’estremo rossoblù. Bunino prova a bagnare il suo esordio con un gol dopo la mezz’ora: Ilari, ancora una volta, fa partire l’azione ma l’attaccante del Pescara non trova la porta.

La gara scorre poi senza altri particolari sussulti, con il Teramo che mette un altro mattoncino nel suo percorso di crescita e si prepara agli impegni ravvicinati contro Potenza e Juve Stabia.

TERAMO – CASERTANA 2- 0 

Teramo (4-2-3-1): Lewandowski; Lasik (33’st Trasciani), Piacentini, Iotti, Tentardini; Arrigoni (33’st Viero), Santoro; Ilari, Mungo (19’st Di Francesco), Costa Ferreira; Pinzauti (5’st Bunino). A disp.: Valentini, Cappa, Celentano, Birligea, Di Matteo. All.: Paci.

Casertana (4-4-2): Dekic; Hadziosmanovic, Konate, Carillo (25’st Matese), Valeau (19’st Petruccelli); Bordin, Izzillo, Icardi (25’st Buschiazzo), Setola; Matarese (33’pt Varesanovic), Cuppone. A disp.: Zivkovic, Avella, Petito, De Sarlo, De Lucia. All.: Guidi.

Arbitro: Caldera di Como.

Reti: 3’pt Iotti; 21’pt Ilari.

Note: spettatori 591; ammoniti Arrigoni, Guidi, Bordin; recuperi 3′ e 4′.

FOTO TERAMO CALCIO