Vertici Strada dei Parchi indagati, gli ambientalisti: “Ridiscutere la concessione”

“L’esposto sulla gestione delle autostrade A24 e A25 date in concessione a Strada dei Parchi che inviammo a nove procure a settembre 2018 sta creando un vero e proprio effetto domino”. A dirlo il Forum H2O, Nuovo Senso Civico e la Stazione Ornitologica Abruzzese in merito alle indagini della guardia di finanza di Teramo.

“Un dossier che oltre alle immagini impietose conteneva anche un’approfondita analisi dei flussi economici che a nostro avviso presentavano pesanti anomalie. Oggi la nostra azione trova conferme autorevoli da parte della Magistratura di diverse procure. In questi anni abbiamo sempre collaborato e siamo stati anche sentiti dalla Guardia di Finanza di Teramo che ha condotto le indagini. Le inchieste, in cui si contestano reati gravissimi, faranno il loro corso. I fatti, con quei piloni in uno stato pietoso in un’infrastruttura il cui utilizzo costa tantissimo ai cittadini, però rimangono e sono inequivocabili e ci pare surreale che tutto ciò non abbia suscitato nel paese, a partire dall’Abruzzo, un dibattito approfondito nella comunità sulla concessione. Cosa altro deve accadere per metterla in discussione? Esistono le contestazioni di ordine amministrativo fino ad arrivare alla revoca e alla decadenza della convenzione. Sono previste e non serve attendere i percorsi giudiziari: cosa sta facendo il ministero dei trasporti e il Ministro De Micheli in questo senso? Invece vediamo che si discute come se nulla fosse del nuovo Piano Economico Finanziario da miliardi. Il neo commissario Gentile cosa dice in proposito?”.