Tortoreto, il comandante della polizia locale fa causa al Comune: la richiesta è di mezzo milione di euro

Tortoreto. La grana era nota da tempo. Forse sin dall’insediamento al vertice della polizia locale, nel settembre del 2010, del tenente Sabrina Polletta, che dopo un complesso ricorso di natura amministrativa, che aveva riscritto l’esito del concorso, aveva assunto il comando dei “ghisa” tortoretani.

 

E ora un nuovo contenzioso si profila all’orizzonte per la richiesta, da parte del tenente, delle spettanze arretrate (dal 1999 al 2010), periodo nel quale il comando della polizia locale era stato ricoperto da Massimiliano Zippi. Nelle scorse settimane, infatti, la Polletta attraverso il proprio legale, ha fatto causa al Comune di Tortoreto (Ente dove presta servizio) per ottenere un importante ristoro economico: dai vecchi stipendi (361mila euro), per il periodo nel quale la Polletta non aveva ricoperto il ruolo, ad un maxi-risarcimento danni non patrimoniali per un totale di 511mila euro.

 

Oltre, ovviamente, interessi e rivalutazioni. Va detto che sul finire del 2019, prima che decorressero i potenziali termini di prescrizione, il tenente aveva presentato una diffida al Comune per la richiesta di natura economica. Nel 2020 tra i legali delle due parti, ci sono stati degli approcci per giungere, qualora vi fossero le possibilità, di giungere ad un accordo stragiudiziale. Opzione, però che non è mai decollata. Un accordo, forse, che poteva anche essere trovato ai tempi dell’insediamento, visto che un risarcimento era nelle corde, oltre che legittimo.

Ma la questione non fu mai messa sul piatto della bilancia, nemmeno da parte dell’Ente. Ora la partita si giocherà dinanzi al giudice del lavoro per dirimere un contenzioso che si preannuncia non certo breve e che rischia, sul piano pratico, di rappresentare una zavorra per le casse comunali. La giunta municipale ha affidato un incarico legale per costituirsi in giudizio.