Tortoreto, guarisce dal Covid: il ringraziamento del colonnello in congedo

Ultimo Aggiornamento: mercoledì, 9 Dicembre 2020 @ 23:16

Tortoreto. Una lettera scritta in pratica a quattro mani. Le emozioni e le sensazioni dei familiari, condensate dalla figlia.

 

Il ringraziamento, elegante nella terminologia e nel garbo, a chi ha vissuto le sofferenze e l’incubo della malattia. Ora è tutto finito e dallo scorso 3 dicembre Francesco D’Amelio, colonnello dei carabinieri in congedo ha preso carta e penna e ha scritto una lettera di ringraziamento in primis al direttore generale della Asl per lodare tutta l’organizzazione. E per le cure ricevute durante le difficili e complicate settimane di degenza in ospedale: prima a Sant’Omero e poi a Teramo.

Una storia di “buona sanità” come racconta la figlia, Libera D’Amelio, è in grado di compiere quotidianiste miracoli che fanno meno rumore delle sue eventuali falle”.

La lettera di ringraziamento di Francesco D’Amelio

ILLUSTRI SIGNORI,

SONO FRANCESCO D’AMELIO, E DALL’8 NOVEMBRE, DOPO UNA PERMANENZA DI 24 ORE CIRCA PRESSO IL PRONTO SOCCORSO COVID DI SANT’OMERO, SONO STATO RICOVERATO PRESSO L’ANALOGO REPARTO DELL’OSPEDALE DI TERAMO, VENENDONE DIMESSO IN DATA 3 DICEMBRE U.S. –

SIGNOR DIRETTORE GENERALE,

HO IL DOVERE MORALE, ED ANCHE IL PIACERE, DI PARTECIPARE A V.S. LA MIA INFINITA GRATITUDINE E LA MIA SINCERA RICONOSCENZA PER LE CURE CHE HO RICEVUTO PRESSO LE STRUTTURE SANITARIE, CHE ELLA DIRIGE CON COMPETENZA E GRANDE SPIRITO DI SERVIZIO.

HO INCONTRATO MEDICI ED INFERMIERI, SIA SUL TERRITORIO CHE NELLE STRUTTURE OSPEDALIERE SOPRA INDICATE, DEGNI DI OGNI LODE.

MI PERMETTA, SOMMESSAMENTE, NONDIMENO E SENZA SMINUIRE L’OPERA PREZIOSA DI ALTRI, SIGNOR DIRETTORE GENERALE, DI SEGNALARE A V.S. LA DOTTORESSA ANTONELLA D’ALONZO, IN POSSESSO DI RAFFINATISSIMA PREPARAZIONE MEDICA ED ADORNATA DI UNA GRADEVOLEZZA CARATTERIALE PROPRIA DI UNA DAMA DI CARITA’.

E’ STATA LA DOTTORESSA D’ALONZO AD AIUTARMI A RISALIRE IL PIANO INCLINATO SUL QUALE ERO FINITO.

NON POSSO, SIGNOR DIRETTORE GENERALE, NON ACCENNARE AI MERAVIGLIOSI INFERMIERI DEL REPARTO INFETTIVI DI TERAMO, DEI QUALI RICORDO I NOMI, SCUSANDOMI PER GLI ALTRI CHE NON SONO IN GRADO DI CITARE : NICLA, MATTEO, MAFALDA, SARA, BATTISTA, GIULIA, PIERO.

GRAZIE ANCORA, SIGNOR DIRETTORE GENERALE DI GIOSIA E LA PREGO DI ACCETTARE CON I MIEI OSSEQUI, LA MIA STIMA NELLA SANITA’ TERAMANA E LA MIA GRATITUDINE.

Dott. FRANCESCO D’AMELIO

COLONNELLO DEI CARABINIERI IN CONGEDO