Teramo, arrivano sei nuovi primari. L’Hospice riapre a Casalena

Stamattina la Asl di Teramo ha presentato i sei direttori di Unità operative complesse nominati negli ultimi mesi.

“Accanto all’impegno nella lotta la coronavirus prosegue l’attività ordinaria – ha dichiarato il direttore generale, Maurizio Di Giosia – la Asl di Teramo negli ultimi mesi ha nominato alcuni direttori di unità operative complesse, basilari per l’organizzazione di settori strategici della sanità teramana. L’obiettivo della direzione strategica è formare una grande squadra che con entusiasmo e competenza faccia diventare l’azienda sempre più competitiva e attrattiva, in grado di migliorare l’offerta di prestazioni sanitarie ai cittadini”.

I nuovi direttori hanno illustrato diversi progetti e nuove attività relative alle diverse unità operative. Partirà dopodomani al Pronto soccorso un corso di formazione per l’emergenza pediatrica con l’ospedale pediatrico “Bambino Gesù”.

In Oncologia si sta implementando una piattaforma di analisi multigenica nelle neoplasie mammarie ormonosensibili  per meglio definire per le pazienti le sequenze terapeutiche. Il progetto “Ng breast 2.0” è stato di recente approvato dalla direzione aziendale si stanno selezionando le pazienti da inserire in questo progetto. In Patologia clinica, cioè nei Laboratori analisi, fra le diverse innovative attività ora si eseguono esami di farmacogenomica per predire, riguardo al singolo paziente, la tossicità della chemioterapia  e quindi evitarla. In futuro, inoltre, è prevista l’implementazione di Ngs, una piattaforma per il sequenziamento dei geni da cui scoprire la predisposizione al cancro. L’Hospice, dopo un periodo in cui l’attività in ospedale è stata sospesa a causa del Covid (ma non certamente quella sul territorio), riaprirà a breve in una nuova struttura a Casalena. Nuove dotazioni tecnologiche in Gastroenterologia ed Endoscopia digestiva che si è specializzata nella diagnosi e trattamento, in particolare delle patologie oncologiche in campo epato-bilio-pancreatico. Intensificati infine i controlli sul territorio riguardo alla salute degli animali e ai controlli sugli allevamenti del Servizio veterinario di igiene degli allevamenti e delle produzioni zootecniche, che ha svolto 6.500 interventi.

I NUOVI PRIMARI 

Mario Di Domenicantonio, direttore Uoc Servizio veterinario di Igiene degli allevamenti e delle produzioni zootecniche. Laureato in medicina Veterinaria, è  specializzato in Alimentazione animale e anche in Ispezione degli alimenti. Ha un  master in Management in sanità svolto all’Università dell’Aquila. In passato ha fatto formazione all’Istituto Zooprofilattico di Teramo e ha avuto collaborazioni anche con la facoltà di Medicina Veterinaria di Teramo. Ha svolto la sua attività professionale tutta all’interno della Asl di Teramo: dal 1986 al 1992 con incarichi a tempo e dal 1992 ad oggi prima nel settore degli alimenti di origine animale e successivamente nel Servizio di Igiene degli allevamenti. E’ organizzatore, relatore e responsabile scientifico di iniziative formative all’interno dell’azienda. E’ anche componente delle commissioni sulle acque salate e fauna selvatica presso il Servizio Sanità Veterinaria, Igiene e Sicurezza degli Alimenti – Dipartimento per la salute ed il Welfare – Giunta Regionale d’Abruzzo.

Anna Rita Gabriele, direttore Uoc Pronto soccorso. E’ laureata in Medicina e Chirurgia all’Università degli Studi dell’Aquila, con specializzazioni in Endocrinologia e Malattie Metaboliche e anche in Medicina Interna, entrambe conseguite presso l’Università degli Studi dell’Aquila. E’ stata dirigente medico ospedaliero alla Asl  Lanciano Vasto nel 2000/2005  nel Pronto Soccorso di Casoli (Chieti). Successivamente dirigente medico ospedaliero al Pronto Soccorso L’Aquila per mobilità da Casoli dal 2005 al 15 settembre 2020, intervallato da un periodo di un anno (2016/2017), nel servizio di Diabetologia dell’Aquila come diabetologa. Durante il servizio al Pronto Soccorso dell’Aquila ha ricoperto un incarico dirigenziale come referente della gestione delle procedure del Codice Rosa con insegnamento in qualità di Relatore nei corsi di formazione aziendale dedicati al Codice Rosa. Autrice e coautrice di 37 pubblicazioni scientifiche di natura endocrinologica/andrologica.

Claudio Di Bartolomeo, direttore Uoc Hospice. E’ laureato in Medicina e Chirurgia, specializzato in Anestesia, rianimazione e terapia antalgica all’Università D’Annunzio e anche in Igiene e medicina preventiva nell’indirizzo Igiene e organizzazione del servizi ospedalieri all’Università dell’Aquila. Ha al suo attivo diversi master e diplomi di perfezionamento, oltre al diploma del corso triennale in Neurostimolazione percutanea periferica agoponturistica e riflessologica a Roma. Dal 1987 al 1993 aiuto nell’Anestesia e rianimazione generale e in quella cardiochirurgica del Mazzini, dal ’93 al ’96 è stato aiuto corresponsabile di Anestesia e rianimazione e terapia antalgica, dal ’96 al 2009 dirigente medico di I livello a tempo indeterminato in Anestesia e rianimazione e terapia antalgica. Dal 2009 al 2010 incarico dirigenziale di Terapia del dolore e successivamente fino al 2011 dell’ambulatorio aziendale di Terapia del dolore. Dal 2011 al 2020 dirigente medico responsabile di struttura semplice a valenza dipartimentale “Coordinamento terapia del dolore e integrazione ospedale-territorio” e dal 2013 al 2021  responsabile delle attività e del funzionamento dell’Hospice e della rete delle cure palliative, della cui Uoc cui poi è stato nominato direttore. Ha al suo attivo diverse docenze in corsi di laurea universitari.  

Katia Cannita, direttore Uoc Oncologia. Laureata in Medicina e Chirurgia, si è specializzata in Oncologia indirizzo Oncologia generale diagnostica preventiva all’Università degli Studi di L’Aquila. Ha poi conseguito  un dottorato di ricerca In “Tecniche di Diagnostica Molecolare delle Neoplasie Ereditarie e Terapia Genica”  all’Università degli Studi “D’Annunzio” di Chieti, a cui si aggiungono un master in “Breast Unit Management & Leadership” e uno di secondo livello in Management Sanitario. Ha svolto diverse docenze in corsi di laurea  universitari. Ha prestato servizio dal 2001 come dirigente medico di primo livello nel reparto di Oncologia dell’ospedale dell’Aquila. Dal 2003 è stata coordinatore del day hospital oncologico della stessa unità operativa. Dal 2018 ha ottenuto un incarico dirigenziale in “percorsi e strategie diagnostiche e terapeutiche innovative per pazienti affetti da carcinoma mammario alla Asl dell’Aquila. E’ autrice e coautrice di 86 pubblicazioni internazionali.

Carmelo Barbera, direttore Uoc Gastroenterologia ed Endoscopia digestiva. Laureato in Medicina e Chirurgia, si è specializzato all’Università di Catania in Gastroenterologia.  Dal 2002 al 2006 ha ricoperto il ruolo di medico interno, e successivamente specialista, nell’unità operativa di Gastroenterologia ed Endoscopia digestiva del policlinico di Catania.   Ha assunto diversi incarichi libero professionali in strutture private e pubbliche sia a Catania, che ad Enna, Reggio Emilia Carpi e Modena. Poi è stato dirigente medico alla Uosd di Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva dell’ospedale “Ramazzini” di Carpi. Dal 2014 ha svolto  attività di consulenza convenzionata con la Asl di Teramo per l’esecuzione e il tutoraggio  di procedure di ecoendoscopia diagnostica ed operativa e fino al 2019 è stato dirigente medico di II livello alla Asl di Teramo. Dall’agosto 2020 fino alla nomina a direttore della Uoc di Gastroenterologia ed endoscopia digestiva è stato facente funzione.

Sofia Chiatamone, direttore Uoc Patologia clinica (Laboratori analisi). Laureata in Medicina e Chirurgia, si è specializzata in Patologia Clinica all’Università Cattolica del Sacro Cuore e anche in Ematologia a La Sapienza a Roma. Dal 2010 al 2014 ha lavorato all’azienda ospedaliera Arcispedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia, e dal 2014 è dipendente della Asl di Teramo come dirigente medico nel Laboratorio Analisi. Nel 2020 ha svolto il ruolo di referenze del Laboratorio analisi di Giulianova. Ha svolto attività didattica all’Università cattolica del Sacro Cuore nel corso di patologia generale. Ha svolto un dottorato di ricerca all’Università Cattolica del Sacro cuore in collaborazione con l’Irccs di Reggio Emilia sull’implementazione di un registro diabete provinciale. E’ autrice di numerose pubblicazioni scientifiche.