Sicurezza a Silvi: posizionate oltre 30 telecamere

Silvi. Completato l’iter amministrativo per la dotazione del sistema di video sorveglianza, l’amministrazione comunale ha provveduto a far posizionare oltre 30 telecamere puntate su strade, piazze, giardini e edifici pubblici.

Tra qualche giorno l’intero sistema di sicurezza sarà pienamente operativo. La sala di controllo, dove confluiranno contemporaneamente le immagini di ciascuna telecamera, è stata attrezzata presso il comando della Polizia Locale, dove sarà possibile osservare h24 quello che accade in tutti i luoghi pubblici. “Nelle ultime settimane – ha detto il sindaco Andrea Scordella – è stata registrata una recrudescenza di atti vandalici ai danni del patrimonio comunale che intendiamo contrastare con i mezzi a nostra disposizione. Parchi, edifici pubblici e tutto quanto fa parte del patrimonio comunale sono da tempo vittime di atti vandalici. Siamo impegnati – detto il sindaco Scordella – ad evitare che l’inciviltà di pochi continui a penalizzare i buoni comportamenti della grandissima maggioranza dei cittadini, con riflessi fortemente negativi per l’immagine della nostra città”.

E ancora: “Ho incontrato i rappresentanti delle forze dell’ordine della città per fare insieme a loro il punto sulla situazione. Insieme abbiamo confermato la chiara volontà a mettere in campo una efficace sinergia che, ne sono certo, non mancherà di dare presto i buoni frutti che ci auspichiamo. Le oltre 30 telecamere che abbiamo fatto sistemare sul territorio – ha annunciato il sindaco Scordella – potranno essere implementate grazie agli esiti della campagna “adotta una telecamera”. Si tratta di un ambizioso progetto rivolto a operatori economici, esercizi pubblici e cittadini ai quali sarà offerta l’occasione per collaborare con il Comune a rendere più sicura la nostra città. Una volta definita l’intera operazione, che dovrà avere il placet delle autorità competenti, chiunque vorrà, potrà acquistare e mettere a disposizione dell’ente una telecamera che si aggiungerà a quelle già esistenti. La nostra sala di regia – ha concluso il sindaco Scordella – ne potrà ospitare altre 150, sicché la campagna che stiamo lanciando è aperta davvero a tutti e, in caso di successo dell’iniziativa, disporremo di un sistema di controllo capillare di tutto quanto accade in ogni parte della città”.