Sclerosi tuberosa: il cammino di Elio Brusamento fa tappa ad Atri

Atri. Elio Brusamento da Trieste è arrivato ad Atri dopo un viaggio a piedi durato due anni per sensibilizzare la cittadinanza sulla sclerosi tuberosa, una malattia oncologica rara che, al momento, non viene ancora riconosciuta dalla politica sanitaria.

L’alfiere di questa battaglia oggi è stato ospite dell’Asp 2 di Teramo, da sempre attiva nel sostentamento delle famiglie in difficoltà e in prima linea nei metodi innovativi di cura delle patologie.

“Ringrazio la Asp 2 Teramo per la sensibilità dimostrata e l’accoglienza che mi ha riservato – ha dichiarato Elio Brusamento –. Mi avevano detto di evitare il meridione per l’ottima cucina e sono testimone di popolazioni generose e altruiste particolarmente sensibili al tema dell’assistenza dei meno fortunati e di chi è colpito da questa forma di malattia che si sviluppa nei primi anni di vita”.

“Elio ha percorso 8400 chilometri prima di arrivare nella città ducale – ha detto il presidente dell’Asp 2 Teramo, Giulia Palestini -. L’Azienda di servizi alla persona che ho l’onore di presiedere è particolarmente sensibile al tema della prevenzione delle malattie e alle buone pratiche sanitarie”. Elio Brusamento è stato ricevuto nella sede dell’Asp 2 alla presenza del presidente Palestini, con il consigliere d’amministrazione Federica Rompicapo, del sindaco di Atri Piergiorgio Ferretti, dell’assessore alle politiche sociali Alessandra Giuliani, del responsabile della protezione Civile Alvaro Guardiani e del presidente dell’Associazione Nazionale Alpini Pietro D’Alfonso che ha effettuato un sopralluogo su alcuni siti dell’Asp 2 per l’individuazione di un’area che potrebbe ospitare la piattaforma logistica della protezione civile per il centrosud Italia.

“Siamo particolarmente orgogliosi di aver accolto Elio Brusamento – ha detto Federica Rompicapo, componente del consiglio di amministrazione dell’Asp 2 e attiva nel mondo del volontariato sociale -. Per noi rappresenta un esempio importante di sensibilizzazione su una malattia che comporta gravi invalidità e sulla quale c’è ancora poca informazione. Ogni caso di disabilità è differente ma è compito proprio della Asp 2 intervenire e fare in modo di dare risposte personalizzate rispetto ai singoli casi”.

Al termine dell’incontro a Elio Brusamento è stata donata una confezione di prodotti tipici atriani a base di liquirizia.