Sant’Egidio, aggredisce e rapina un cliente della vincita alle slot

Sant’Egidio. In preda ai fumi dell’alcol, e dopo aver già infastidito alcuni clienti, ne aggredisce uno sottraendogli con violenza il denaro che aveva appena vinto alla slot machine, per poi utilizzarne una parte nella stessa macchinetta.

 

Un uomo di nazionalità marocchina, 41 anni, senza fissa dimora in Italia, ieri sera è stato arrestato dai carabinieri a Sant’Egidio alla Vibrata con l’accusa di rapina.

L’episodio si è verificato in un bar cittadino, dove il nordafricano era entrato e dove aveva iniziato, decisamente alticcio, ad infastidire diversi avventori.

Dopodiché si è spostato nell’adiacente locale adibito a sala giochi ad osservare uno dei giocatori, che nel frattempo aveva vinto una somma di 75 euro.

A quel punto dopo aver minacciato il giocatore 44enne del posto, tentava di accecarlo con le due dita, sferrandogli una serie di calci e pugni. Una volta impossessatosi del denaro aveva egli stesso iniziato a giocare alla slot consumando parte del denaro sottratto.

La proprietaria del bar ha immediatamente allertato i carabinieri e sul posto sono intervenuti i militari della stazione di Sant’Egidio alla Vibrata e i colleghi del nucleo radiomobile della compagnia di Alba Adriatica.

Il marocchino, che nel frattempo era uscito all’esterno del pubblico esercizio, è stato arrestato. Su disposizione del pm di turno, Greta Aloisi, l’uomo è stato condotto nella camera di sicurezza della caserma di Alba Adriatica in attesa dell’udienza di convalida prevista nelle prossime ore.