Pineto: il progetto del M5s per la gestione delle spiagge libere

Pineto. Giunti ormai a ridosso della stagione estiva, il Movimento 5 stelle Pineto, preoccupato “dall’assenza di indicazioni circa la gestione delle spiagge libere sia da parte della Regione sia da parte dell’amministrazione comunale,  oltre che da alcune voci che ipotizzano un uso privatistico delle stesse, ipotesi per noi assolutamente inaccettabile e contro la quale ci batteremmo con tutti i mezzi possibili e immaginabili” ha proposto al sindaco Verrocchio  “un progetto semplice e di facile realizzazione per garantire sicurezza e controllo anche nelle spiagge libere, da sempre icone della vera estate italiana e in particolar modo pinetese”.

“Già presentato a Roseto nei giorni scorsi dal gruppo locale del Movimento Cinque Stelle, dove ha destato grande interesse e curiosità, il progetto di organizzazione dei tratti di spiaggia libera prevede il posizionamento di tubi in PVC porta ombrelloni inamovibili, installati nella sabbia e a distanza di sicurezza. Una sorta di ‘segnaposti’ sui quali i cittadini potranno semplicemente infilare la parte superiore del proprio ombrellone e rimuoverlo a fine giornata. In questo modo si garantirebbe, con un costo assolutamente sostenibile per le casse comunali, l’uso sicuro delle spiagge libere, garantendo altresì il rispetto automatico delle distanze di sicurezza fissate dalla normativa vigente per diminuire il rischio contagio”.

E ancora: “Di pari passo con tale gestione razionale delle spiagge, si potrebbe sviluppare un Progetto di Utilità Collettiva che veda coinvolti i percettori di Reddito di Cittadinanza nel monitoraggio della buona fruizione delle spiagge attrezzate, sia in termini di accoglienza dei bagnanti, sia per quanto concerne il controllo, attraverso un contatto continuo con le forze dell’ordine in caso di necessità, e infine per quanto riguarda la pulizia stessa dei tratti di spiaggia libera”.

Il M5S Pineto auspica fortemente che l’amministrazione accolga la proposta “che sta riscontrando grande interesse e condivisione tra i nostri concittadini”.