Opere pubbliche finanziate dal Ministero: ammessi tre progetti di Silvi

Silvi. Il Ministero dell’Interno ha pubblicato la graduatoria dei Comuni ammessi al finanziamento della progettazione di opere pubbliche per la messa in sicurezza del territorio.

 

Tre sono i progetti per i quali il MIT ha comunicato l’ammissione al finanziamento della relativa progettazione. Si tratta del consolidamento del dissesto idrogeologico del versante meridionale di Silvi Alta che prevede una spesa di 950.000 euro, del consolidamento del dissesto idrogeologico sulla strada di connessione di Silvi Alta con la strada provinciale di collegamento alla strada per Atri, per un importo dei lavori di 950.000 euro e alcuni interventi per ridurre il rischio idraulico in via Forcella, via Palmisano, via Taranto, Piazza Colombo e sottopasso di collegamento di via Michelangelo con via Fratelli Bandiera per i quali è previsto un investimento di 600.000 euro.

“Con la prima opera – ha detto l’assessore ai Lavori Pubblici Pamela Giancola – l’amministrazione comunale si prefigge di ridurre il rischio idrogeologico del versante posto a est del centro storico del Borgo, già oggetto di un altro importante intervento urgente nel 2017 a seguito di una pericolosa frana che mise in pericolo la sicurezza di una parte della circonvallazione meridionale e di alcuni edifici pubblici e privati. Questo intervento prevede la stabilizzazione della scarpata, la messa in sicurezza della strada e dei fabbricati circostanti mediante una paratia su pali posti nella porzione sommitale del versante. La seconda opera – ha detto l’assessore Giancola – consiste nel completare i lavori già eseguiti che hanno dato buoni risultati e si prefigge di consolidare le aree aggettanti la strada provinciale per Atri dove si sono verificati smottamenti e fenomeni di dissesto. Con la terza proposta progettuale – ha concluso l’assessore Giancola – si interverrà su alcune strade collinare e cittadine dove in occasione di grandi piogge si sono verificati importanti fenomeni di invasione di acqua e fango nelle abitazioni e nelle strade circostanti”.

“Il fatto che le nostre richieste di finanziamento per la progettazione dei tre interventi siano stati presi in considerazione e ammessi a finanziamento da parte del Ministero dell’Interno – ha detto il sindaco Andrea Scordella – significa che alla fase della progettazione, già in fase avanzata grazie ai nostri uffici tecnici, seguirà certamente anche quella della concessione delle risorse per l’esecuzione dei lavori che ammontano a 2.500.000 di euro. Davvero una bella notizia per la città”.