Martinsicuro, farmacia comunale: il Consiglio di Stato rigetta il ricorso della Regione

Martinsicuro. Il contenzioso sembra oramai quasi al capolinea e sulla complessa vicenda legata alla possibilità veder nascere una sede farmaceutica comunale, in aggiunta alle tre già operanti sul territorio cittadino, il Comune di Martinsicuro incassa un altro successo intermedio.

 

Nei giorni scorsi, infatti, il Consiglio di Stato ha rigettato l’impugnativa della Regione Abruzzo che chiedeva di sospendere (e riformulare) una recente sentenza del Tar che, lo scorso maggio, aveva rimesso in corso il Comune per esercitare il diritto di prelazione da esercitare nella nascita di una nuova sede farmaceutica. Di recente, la Regione ha sbloccato l’iter per la nascita di oltre 60 farmacie in Abruzzo, otto delle quali anche in provincia di Teramo.

Percorso che l’Ente aveva iniziato nel 2006, ma che non si era mai concretizzato. Nel frattempo la Regione aveva pubblicato le sedi farmaceutiche da mettere a bando, tra le quali altre due previste a Martinsicuro. Regione che nel 2018 ha anche una proposta di assegnazione, che però non si era perfezionata per la rinuncia. Nel frattempo è intervenuta la sentenza del Tar che ha cancellato i precedenti provvedimenti, rimettendo in corsa l’Ente truentino per il diritto di prelazione. Il Consiglio di Stato, però, non ha concesso la sospensiva.