Giulianova, al via l’ampliamento del Liceo Curie

Giulianova. Al via i lavori di progettazione per l’ampliamento della sede del Liceo Statale “M. Curie” di Giulianova; lavori che, attesi da tanto dalla comunità scolastica, studenti e famiglie, prevederanno la realizzazione di nuovi spazi, servizi e funzioni per favorire e maggiorare l’offerta formativa dell’istituto giuliese.

“Per quanto riguarda l’ampliamento della struttura stiamo lavorando in sinergia con tutti gli enti sovracomunali, dalla Regione al Ministero. – precisa Luca Frangioni, consigliere provinciale delegato all’edilizia scolastica – Abbiamo ottenuto un finanziamento per il Curie pari ad € 442.000 dedicato alla progettazione per la messa in sicurezza, efficientamento energetico per il quale entro marzo dovremo presentare il preliminare. Questo sarà l’atto preliminare per la richiesta di un contributo di 10 milioni di euro come già messo sul programma delle nostre opere per il 2021. In più candideremo il Curie per i fondi per il recovery found e stiamo mantenendo vivo un discorso aperto con la Regione. Il tutto per garantire a questa scuola di avere tutti gli spazi necessari per svolgere al meglio le attività didattiche”.

Infine, nelle settimane scorse sono stati riassegnati alle Province i fondi ordinari per la manutenzione scolastica; nella ripartizione dei fondi assegnati alla Provincia di Teramo rientra anche la manutenzione straordinaria del Liceo Statale “M. Curie” e il consigliere Frangioni ribadisce: “faremo delle opere di manutenzione in parte già concordate con la dirigente scolastica in un incontro cordiale svolto la settimana scorsa.”

In attesa dell’inizio dei lavori di ampliamento della sede di Via Gramsci e, in vista della riattivazione della didattica in presenza dal 7 gennaio 2021, come stabilito nel Dpcm di dicembre, la Provincia di Teramo ha individuato le ulteriori aule necessarie in un plesso situato nella frazione di Colleranesco, in prossimità della zona industriale, e circondato da un accogliente spazio esterno. “E’ una sistemazione temporanea ma necessaria. – aggiunge il consigliere Frangioni – Nelle scorse settimana abbiamo lavorato con grande spirito di collaborazione e di unità di intenti con la Preside Silvia Recchiuti e il responsabile della sicurezza Ingegnere Mario Malatesta.”

Le caratteristiche dei locali sono state prese in esame anche dal Consiglio d’Istituto del Liceo Curie che, alla luce delle planimetrie, della capienza delle aule e degli eventuali piccoli locali aggiuntivi, ha individuato in alcune classi del Liceo Linguistico quelle più adatte da assegnare agli spazi indicati. La Dirigente del Liceo, Silvia Recchiuti precisa che “il nostro impegno è stato profuso anche per concertare con la TUA, insieme al Presidente della Provincia di Teramo e al Sindaco di Giulianova, i trasferimenti tra la sede centrale ed il plesso, garantendo agli alunni ed alle alunne la possibilità di seguire curvature, corsi e progetti extracurricolari.”

Un sopralluogo congiunto nei giorni scorsi è stato fatto per sistemare le ultime modifiche in sospeso ed essere pronti per la riapertura a gennaio. La Dirigente sottolinea, inoltre, che “si è lavorato e si sta lavorando per rendere il nuovo plesso parte integrante e vitale del Liceo Curie. Bisogna però ribadire la necessità di una pronta realizzazione del progetto di ampliamento in modo da poter avere una sede unica che possa offrire aule, strutture e “spazi educativi” accoglienti, pratici e fruibili per tutti i nostri studenti.”