Roseto, il giallo delle Guardie Ambientali e la vigilanza del Borsacchio

Roseto. Gaetano Ercole in Qualità di Presidente e Delegato Regionale dell’Associazione “ Guardie Ambientali D’Italia” precisa di non sapere nulla sulle “Guardie Ambientali che vigilano il Borsacchio attraverso un convenzione con il Comune di Roseto, ne tantomeno abbiamo mai contattato e contattiamo Associazioni presenti nel territorio per richiedere l’adesione alla Nostra Associazione”.

In breve ’Associazione Guardie Ambientali D’Italia o più brevemente chiamata G.A.DIT non ha nulla a che vedere con le Guardie Ambientali di Roseto.

“Voglio specificare bene questo punto affinché le persone e le Amministrazioni non Ci confondano! Noi operammo – spiega Ercole – nel rispetto delle leggi e della normativa vigente, in quanto le G.A.DIT. sono riconosciute con decreto del Ministero Dell’Ambiente n° 0075/2004 e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, con ben 2 (due) riconoscimenti dalle Regione Abruzzo tra i quali uno come “Associazione Protezionistica e per la Protezione degli Animali ”ed iscritta al n°33 dell’Albo Regionale. Di particolare importanza sono Le Nostre Divise e Pettorine di colore Blu, Autorizzate dalla Prefettura di Teramo con Decreto del 28/04/201 prot. n°7606/area1, previo acquisizione del parere Positivo dello STATO MAGGIORE –COMANDO MILITARE ESERCITO TOSCANA- con nota MD-E24849/6362/9.3.4.3. Con fierezza dico che il personale delle Guardie Ambientali D’Italia e’ stato formato attraverso ben due corsi di Formazione ( durati quasi 3 mesi Ciascuno) riconosciuti dalla Regione Abruzzo, dalla Provincia di Teramo e dall’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Dell’Ambiente (Ente Ministeriale) e che hanno visto la partecipazione in qualità’ di docenti Grandi personalità’ Giuridiche”.

Il presidente ribadisce che “le nostre Guardie Giurate sono quindi in grado di operare in piena autonomia e nel rispetto e della normativa vigente, rivestendo lo status di pubblico ufficiale con funzioni di Polizia Amministrativa e in aggiunta delle funzioni di Polizia Giudiziara nella Vigilanza Zoofila ed Ittica . In ambito amministrativo ove le Nostre Guardie Giurate possono redigere sanzioni Amministrative data la particolarità della materia ambientale, integrata con la nuova legge 2015, spero che anche le altre Associazioni che vogliono occuparsi di Ambiente abbiano raggiunto un tale grado di preparazione, soprattutto prima di iniziare sul territorio un’azione repressione degli Illeciti Ambientali – Zoofili – Venatorie e Ittici, successivamente l’avvenuto rilascio degli Appositi Decreti Prefettizi e Provinciali di cui bisogna esserne in possesso. Di Fondamentale importanza sono anche i Segni distintivi adoperati delle Associazioni Ambientali, divise e pettorine che, se troppo similari, possono Trarre in confusione le persone e non solo”.