Coronavirus, i docenti dell’I.C. di Montorio-Crognaleto scrivono una lettera alla preside

I docenti dell’I.C. di Montorio-Crognaleto si stringono a distanza per ringraziare ed elogiare la preside Eleonora Magno.

In questa situazione d’emergenza tutte l’istruzione si sta organizzando per far seguire le lezioni agli alunni da casa. I docenti dell’I.C. hanno voluto fare emergere il lavoro prezioso della preside Magno con questa lettera:

Cara Preside, a scrivere queste semplici righe siamo noi, i docenti dell’I.C. Montorio-Crognaleto, che, uniti in un unico abbraccio, Le esprimiamo con stima ed orgoglio i nostri pensieri. Siamo qui non solo a manifestarLe la nostra gratitudine per l’impegno, la professionalità e la caparbietà con le quali ha instancabilmente avviato la grande macchina della didattica a distanza, ma anche a riconoscerLe quel ruolo che per molti è scontato e che per noi, invece, non lo è.

La didattica dell’emergenza è partita nel nostro Istituto in tempi record. A pochi giorni dall’interruzione delle attività didattiche, Lei ha avviato con urgenza e precisione tutte le fasi per mettere noi docenti nella condizione di restare vicino ai nostri alunni e alle loro famiglie. Ha fatto sì che la didattica non subisse interruzioni e che noi docenti avessimo tutti gli strumenti per entrare, in punta di piedi, nelle case dei nostri alunni. E se per molti questo passaggio può rappresentare una prassi ordinaria, per noi è stato elemento di orgoglio e distinzione.

Lei che ha trascorso intere giornate ad avviare le piattaforme per le videolezioni;

Lei che ha creato classi virtuali per noi docenti affinché le buone prassi, messe in atto dal singolo, avessero delle ricadute positive sull’intero Istituto;

Lei che ha creato gruppi di lavoro virtuali per le questioni urgenti, riconoscendo, tuttavia, il diritto alla disconnessione;

Lei che scrive per noi missive incoraggianti che in questo momento rappresentano una rassicurazione circa il modo di proporre la nuova didattica;

Lei che nelle situazioni complesse, riesce sempre ad essere la giusta guida, insegnandoci che si può sempre trovare l’alternativa migliore;

Lei che crede, più di ogni altra cosa, nel valore formativo ed educativo della didattica in presenza, ma riconosce anche il valore della didattica a distanza, stimolando il nostro Istituto ad acquisire nuove modalità di insegnamento-apprendimento;

Lei che ha fatto della lettura, della musica e dell’inclusione i tre capisaldi che sorreggono il nostro curricolo verticale, la cui testimonianza è data dalle straordinarie opportunità che stiamo offrendo ai nostri alunni;

Lei che organizza riunioni un tour per noi docenti, un viaggio in una grande città con lo scopo di coniugare il dovere di fare briefing e il piacere di stare insieme;

Lei che non ama i riflettori puntati, anche quando essi dovrebbero essere accessi per raccontare al mondo le meravigliose iniziative che siamo in grado, nel nostro piccolo grande Istituto, di mettere in piedi;

Lei, che è un esempio di dirigente disponibile e umile allo stesso tempo, ci dà continuamente conferma che la nostra comunità è davvero fortunata ad averLa come guida.

Il nostro augurio è che Lei possa restare al nostro fianco ancora per molto tempo e che presto tutti potremo trovare un modo per stare insieme e magari, guardandoci negli occhi, dirLe tutto questo e molto di più.