Chieti, mercato coperto: ordinanza temporanea di chiusura

L’Amministrazione: “Abbiamo ereditato strutture comunali piene di problemi e criticità che stiamo monitorando e affrontando. Subito i lavori per riaprire”

Chieti. Resterà chiuso per alcuni giorni il mercato coperto di via Ortona a Chieti Scalo, dove a fronte di un’ispezione di Nas e Asl sono state riscontrate criticità in particolare relative ai locali dei bagni al piano terra della struttura. Per consentire l’immediato avvio degli interventi necessari a restituire fruibilità ai servizi e alla vendita, il sindaco ha predisposto un’ordinanza di chiusura temporanea, ma è stata al contempo avviata una ricognizione generale della situazione dell’edificio da parte degli uffici comunali di competenza.

“Dall’insediamento stiamo effettuando un continuo monitoraggio dello stato del patrimonio comunale – così il sindaco Diego Ferrara e l’assessore Manuel Pantalone – la situazione del mercato, porta con sé problematiche annose, che non nascono oggi e che chi poteva non ha né affrontato, né risolto. Si tratta di un altro aspetto dell’eredità che abbiamo ricevuto, ma che per responsabilità affronteremo, condividendo con gli operatori soluzioni e percorsi, perché il mercato diventi un luogo sicuro, pulito, di qualità, sia per chi esercita la vendita che per chi lo frequenta.

Nei giorni di chiusura approfondiremo con gli uffici tecnici comunali lo stato sia dei bagni che dell’intera struttura, per capire che tipo di intervento serve, come stiamo facendo con tutto il patrimonio di proprietà dell’Ente, al fine di avere una fotografia concreta della situazione e anche delle priorità da mettere in campo per evitare che provvedimenti come quello di oggi si ripetano in futuro altrove. Abbiamo dato la nostra massima disponibilità e collaborazione, perché vogliamo che gli spazi tornino al più presto fruibili e, con essi, tutto il mercato”.

SOSTIENI CITYRUMORS
Svolgiamo il nostro lavoro con continuità e professionalità, tutti i giorni con notizie puntuali e gratuite.
Questo lavoro ha un costo, per questo abbiamo bisogno di te e del tuo aiuto.
Diventa un sostenitore attivo di cityrymors, anche con un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro.
CLICCA QUI e diventa un sostenitore di cityrumors
Grazie! La Redazione.