Cashback di Natale: ecco come funziona il bonus per gli acquisti

Partirà l’8 dicembre il cashback, il sistema che “premia” i pagamenti effettuati con bancomat, carta di credito ed app.
Per tutti i pagamenti effettuati fino al 31 dicembre, infatti, sarà possibile ottenere un rimborso del 10% della spesa, fino ad un massimo di 150 euro, che saranno accreditati entro i primi mesi del 2021.

È stato definito extra cashback di Natale ed è possibile consultare il sito Cashlessitalia.it per capire quali sistemi di pagamento digitali porteranno ottenere i rimborsi, Lotteria degli scontrini compresa.

Il meccanismo non è semplice, i passaggi tanti, e spesso i dati non riconosciuti possono portare ad un fallimento delle operazioni.
Tra e-mail, pin, password e riconoscimento facciale si può facilmente sbagliare e il mancato buon fine della procedura porterà a ricominciare tutto da capo.

Un modo di incentivare gli acquisti, pensato dal Governo per il mese di dicembre, sia per scongiurare l’evasione che per garantire liquidità agli imprenditori. Andrà bene qualsiasi importo speso ed in qualunque esercizio commerciale (negozi, bar, supermercati, ristoranti, grande distribuzione ecc). Per ottenere i rimborsi sarà sufficiente scaricare un’app IO oppure, tramite il sistema che verrà messo a disposizione direttamente dai negozi, attraverso lo SPID.

Per il cashback di Natale servirà un minimo di acquisti pari a 10, e non sarà possibile avere un rimborso superiore a 150 euro. Così come, per singole spese, il cashback massimo resta di 15 euro (ad esempio per uno scontrino di 250 euro il rimborso sarà di 15 euro e non ti 25).