Parte la riqualificazione della pineta dannunziana. Ecco che fine faranno gli alberi

Ha preso il via la maxi bonifica della pineta dannunziana: in tutto, saranno rimossi circa 400 alberi danneggiati dall’incendio, con confermato alla stampa dall’assessore comunale Gianni Santilli.

Le  operazioni di bonifica hanno dunque preso il via nel territorio della pineta, che sarà interessato dalla rimozione degli alberi danneggiati o abbattuti dall’incendio del primo agosto 2021, utile per mettere completamente in sicurezza la zona colpita dal rogo ed avviare successivamente la seconda fase, nella quale prenderà luogo la riqualificazione e la rinascita della riserva naturale.

pineta
Hanno preso il via i lavori di ripristino e di riqualificazione della pineta dannunziana, un importante territorio verde per la zona, ora finalmente in fase di recupero dopo l’incendio del 2021 – abruzzo.cityrumors.it

Stando a quanto dichiara l’assessore, sono state rispettate tutte le richieste degli esperti della commissione nominata dal sindaco, che hanno inviato la relazione finale con tutte le considerazioni e le osservazioni del caso. Proprio per questo motivo, prima di procedere con ogni tipo di operazione, si è preferito attendere. “Ora a 2 anni dall’incendio finalmente inizieranno ad essere rimossi circa 400 alberi, abbattuti in quanto danneggiati irrimediabilmente o già morti a causa delle conseguenze di quel terribile evento del 2021. Saranno interessati i comparti 3,4 e 5” – ha ulteriormente precisato l’assessore.

La fase operativa

Lo stesso Santilli ha poi rammentato come i fondi che saranno utilizzati per questo tipo di attività sono quelli che provengono dall’indennizzo dell’assicurazione, è a carico della riserva dannunziana, equivalenti a circa 1,2 milioni di euro.

pineta
I fondi necessari per tutte le attività arrivano dall’indennizzo dell’assicurazione. Si tratta di un’opera piuttosto significativa che non determinerà grandi disagi per l’utenza, rassicurano dal Comune – abruzzo.cityrumors.it

I fondi non saranno però utilizzati solamente per le attività di abbattimento degli alberi morti o pericolosi. Di fatti, prosegue l’assessore, questa fase operativa “vedrà gli interventi nei tre comparti, oltre alla sistemazione della recinzione dal lato di via Pantini e il rifacimento della casa dei pensionati rimasta danneggiata dall’incendio”.

In aggiunta a ciò, a parte il comparto 5 che risulta sempre chiuso al pubblico, per quanto concerne gli altri comparti interessati (il numero 3 e il numero 4), non vi sarà alcuna chiusura totale, ma si procederà per gradi, attivando le chiusure in base alle zone dove sono in corso le operazioni. Per gli utenti non ci sarà dunque alcun disagio determinato dalla chiusura completa dei comparti oggetto della bonifica.

Vedremo, nelle prossime settimane, come proseguiranno questi importanti lavori per ripristinare un’area verde molto importante per il proprio territorio di riferimento.

Impostazioni privacy