Serie C, big match del riscatto tra Teramo e Sambenedettese

Due squadre reduci da una sconfitta all’esordio del campionato, in una gara da sempre molto sentita da entrambe le tifoserie.

C’è insomma carne al fuoco per il debutto casalingo del Teramo domani allo stadio Bonolis contro la Sambenedettese, reduce dal ko contro il Renate che ha già fatto andare su tutte le furie il presidente Fedeli.

I biancorossi, dal canto proprio, devono riscattare la sconfitta di Bolzano per mano del Sudtirol. Zichella confermerà il 4-3-3, con i probabili inserimenti dal primo minuto di Speranza e Di Renzo rispetto al match di lunedì scorso. Ma occhio anche a qualche possibile sorpresa.

In casa Samb, Magi potrebbe abbandonare il 4-3-3 e virare verso il 3-5-2 che i rossoblù conoscono di più. Farà il suo esordio Ilari, ex Teramo nelle ultime due stagioni squalificato nella prima giornata di campionato, e tornerà al Bonolis anche Cecchini, anche lui ex Diavolo.

Match particolare in casa Teramo per Gianmarco Piccioni, nato a San Benedetto e che ha esordito con la maglia rossoblù tra i professionisti dieci anni fa. Gara dell’ex anche per il direttore sportivo biancorosso Sandro Federico, la cui esperienza a San Benedetto è terminata nel febbraio di un anno fa con un esonero complice un rapporto deteriorato con Fedeli.

Fischio d’inizio alle 18.30 con grande affluenza da San Benedetto. Dirige Ivan Robilotta di Sala Consilina.

foto Teramo Calcio