Crescita e occupazione: i provvedimenti della giunta regionale

La Giunta regionale, riunita, questo pomeriggio, a Pescara, in merito al POR FSE Abruzzo 2014-2020. Obiettivo “Investimenti in favore della crescita e dell’occupazione”, su proposta del presidente Marco Marsilio, ha approvato il crono-bilancio POR FSE per l’annualità 2020.

 

In questo documento viene indicata la previsione di spesa certificata a tutto il 2020, pari a 39milioni 729mila 314 euro, cifra superiore sia alla spesa certificata nell’anno 2019, che ammontava a 30milioni 599mila 986 euro, che al target di spesa previsto dalla Commissione europea per evitare il disimpegno automatico delle risorse, pari a 38 milioni 581mila 855euro.

La previsione di spesa complessiva è relativa a cinque assi prioritari quali occupazione, inclusione sociale e lotta alla povertà, istruzione e formazione, capacità istituzionale e amministrativa e assistenza tecnica per i quali sono previsti obiettivi di spesa specifici da realizzare per ciascun anno.

Su iniziativa dell’assessore Guido Liris, in base alla Legge Regionale 25.10.1996 n.96 che prevede la riserva alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica per situazioni di emergenza, la Giunta regionale ha autorizzato il Comune di Poggiofiorito, alla riserva di  alloggi di  Edilizia Residenziale Pubblica, pari  ad  un’aliquota non  superiore al 15% degli  alloggi  nella  disponibilità  del medesimo  Comune,  da  assegnare  per  far  fronte  a  situazioni  di  emergenza  abitativa.

La Giunta regionale, sempre su proposta dell’assessore Guido Liris, ha, inoltre, conferito incarichi dirigenziali ad interim a Nicola Commito, per il Servizio Impresa e Finanza del  Dipartimento Sviluppo  Economico-Turismo, a Salvatore Corroppolo, per il Servizio Politiche Energetiche e Risorse del territorio del Dipartimento Territorio Ambiente, a Carlo Tereo De Landerset per il Servizio Beni Attività Culturali del Dipartimento Sviluppo economico e Turismo, a Camillo Odio per il Servizio Struttura e tecnologie in ambito sanitario  HTA del Dipartimento Sanità, ed, inoltre, ha conferito, temporaneamente, a Stefania Melena, già dirigente del Servizio Assistenza Farmaceutica della Giunta regionale, le funzioni di direttore del Dipartimento Sanità in caso di assenza o impedimento del titolare.

In attuazione della specifica Direttiva comunitaria relativa alla protezione delle acque dall’inquinamento provocato da nitrati provenienti da fonti agricole, la Giunta regionale, su proposta del vice presidente ed assessore all’Agricoltura, Emanuele Imprudente, ha, altresì, approvato la Revisione del Programma di azione per le zone vulnerabili ai nitrati di origine agricola.

Nel dettaglio, si è ravvisata la necessità della progettazione del nuovo programma di azione per l’individuazione di zone vulnerabili ai nitrati di origine agricola. Nelle more della sua adozione, la Giunta ritiene di poter estendere le disposizioni e gli effetti del vigente programma anche alle nuove zone vulnerabili ai nitrati di origine agricola. Le disposizioni e gli effetti del programma di azione attualmente in vigore, pertanto, saranno applicate anche alla Piana del Tordino, alla Piana del Saline, alla Piana del Foro, alla Piana del Sangro, alla Piana del Sinello, alla Piana del Trigno, alla Piana del Vibrata, alla Piana del Vomano. Tale proposta di delibera conferma l’interesse della Regione Abruzzo alla protezione delle acque dall’inquinamento provocato dai nitrati provenienti da fonti agricole. Tale adempimento consente, infine, anche la limitazione delle conseguenze connesse alla procedura di infrazione nei confronti dell’Italia e dunque anche alla Regione Abruzzo.