Silvi, questione sicurezza. Scordella: ecco come stanno le cose

Silvi. I furti negli appartamenti aumentano ma le denunce da parte dei presunti derubati, rispetto agli anni scorsi diminuiscono.

 

Lo ha dichiarato, statistiche ufficiali alla mano, il colonnello dei Carabinieri di Teramo ai giornalisti al termine della riunione del Comitato di Sicurezza promosso dal sindaco Andrea Scordella e convocato dal Prefetto Patrizi presso il Comune due settimane fa. “E’ questo – ha detto il sindaco Scordella – il punto. Nella pubblica amministrazione, a tutti i livelli, quelli che  contano sono i dati e da quelli forniti dalle fonti ufficiali risulta che a Silvi le azioni malavitose sarebbero in netto regresso rispetto al passato. So bene che molti sono scoraggiati perché non sempre le denunce portano all’individuazione di chi delinque.

Ma questo non deve costituire motivo di sfiducia nei confronti delle forze dell’ordine che, anche se non ce accorgiamo, sono presenti sul nostro territorio H24, da qualche settimana in particolare, con volanti della Polizia, dei Carabinieri e della Guardia di Finanza e con auto civetta con agenti in borghese a bordo. A questi abbiamo aggiunto anche gli operatori della nostra Polizia Locale autorizzando per questo periodo il prolungamento del loro servizio fino a mezzanotte.

Quello che si deve fare – ha tenuto a sottolineare il sindaco Scordella – è collaborare con le forze di polizia denunciando tutti i fatti criminosi di cui siamo vittime o di cui veniamo a conoscenza e comunicando ogni movimento sospetto di persone sconosciute. Non è, certo, il tempo di minimizzare un fenomeno che, viceversa, merita la massima attenzione da parte di tutti, ma non è neanche il caso di creare eccessivi allarmismi e organizzare ronde a go-go che, talora, sono apparse agli occhi dei cittadini che le ha viste girare per le strade di Silvi con circospezione di notte, addirittura come auto sospette! Faccio fatica – ha aggiunto il sindaco di Silvi – a comprendere l’atteggiamento di alcuni consiglieri di opposizione che cercano affannosamente di strumentalizzare la situazione attaccandoci sui social con argomenti che non hanno senso, anziché cercare di collaborare per dare un utile contributo alla soluzione di un problema che è di tutta la città e che, peraltro, non riguarda solo Silvi.

Ad essi chiedo di stare vicini ai cittadini, di ascoltarli e di raccoglierne le istanze evitando di aizzarli ad attuare una deprecabile giustizia fai da te che potrebbe portare a situazioni davvero pericolose. La sicurezza – ha concluso Andrea Scordella – era e rimane uno dei punti qualificanti del mio programma elettorale. Con tutte le forze, i mezzi e le risorse disponibili cercherò, insieme alla maggioranza che mi sostiene, di raggiungere questo obiettivo, consapevole delle difficoltà che si incontrano e della delicata situazione che stiamo vivendo in tutte le città d’Abruzzo e d’Italia”.