Covid19, 1000 aziende del teramano hanno chiesto la prosecuzione dell’attività

Teramo. Nessun provvedimento di sospensione per le richieste di prosecuzione o di ripresa delle attività in provincia di Teramo, ma per 48 aziende è stata disposta una limitazione per quanto riguarda determinati codici Ateco.

 

Sono i numeri forniti dalla prefettura di Teramo per quanto concerne l’applicazione delle misure di contenimento del virus e della gestione dell’emergenza epidemiologica. Dall’entrata in vigore della normativa, sono state ricevute 1005 comunicazione, mentre per 77 sono ancora da definire in quanto è necessario un supplemento di istruttoria.

La Prefettura ha istituito il Gruppo di lavoro preposto all’esame del contenuto delle comunicazioni presentate dalle aziende che intendono proseguire la propria attività. Del Gruppo fanno parte i rappresentanti del Comando Provinciale della Guardia di Finanza, del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, nonché della Camera di Commercio di Teramo.