Giulianova, la Bosch finanzia il laboratorio di diagnostica dell’Istituto Pagliaccetti

Ultimo Aggiornamento: giovedì, 2 Novembre 2017 @ 4:27

La Bosch, azienda tedesca con oltre un secolo di vita, a sostegno dell’istituto superiore Pagliaccetti di Giulianova. Il colosso teutonico, maggiore produttore di componenti per autovetture con un fatturato annuo di oltre 50 miliardi di euro, ha finanziato la realizzazione di un laboratorio per la diagnostica delle auto nell’ambito del progetto “Allenarsi per il futuro”. Questa mattina è stato firmato un protocollo di collaborazione tra l’Istituto Pagliaccetti e la multinazionale tedesca, rappresentata dal vice presidente zona Sud Europa Area Risorse Umane Roberto Zecchino. Presente, oltre al dirigente scolastico Leonilde Maloni, anche Ernesto Pellecchia, responsabile della Direzione Generale dell’Ufficio Scolastico per l’Abruzzo.

E’ il primo caso in Abruzzo in cui un’azienda privata, in questo caso la Bosch, nel rispetto della riforma scolastica, interviene per finanziare un progetto che abbia un valore didattico e nel contempo anche professionale. L’iniziativa è stata molto apprezzata anche dal consigliere regionale Paolo Gatti, che nel Governo Chiodi aveva la delega al lavoro, che ha partecipato alla presentazione del progetto andato in porto. La multinazionale tedesca ha messo a disposizione 15mila euro con cui è stato possibile acquistare delle apparecchiature che permetteranno ad un gruppo di sei ragazzi, seguiti ovviamente dal corpo docente, di effettuare su un mezzo meccanico una diagnostica, quindi verifica dei fumi di scarico, dell’impiantistica elettrica, dell’intero sistema di combustione.

Il progetto è nato grazie alla sensibilizzazione di un imprenditore rosetano, Angelo Lozzi, che ha un’officina meccanica nella zona dell’autoporto di Santa Lucia ed è esclusivista della Bosch. Partecipando qualche mese fa ad un meeting organizzato dalla multinazionale, Lozzi, che tra l’altro ha una collaborazione con l’istituto Pagliaccetti per la formazione degli studenti, chiese proprio al vice presidente Zecchino di valutare la possibilità di finanziare una iniziativa importante per l’Ipias di Giulianova. Lozzi ha anche partecipato questa mattina all’inaugurazione del laboratorio, una sorta di palestra per alcuni studenti dell’istituto giuliese, ricevendo i ringraziamenti di tutti.

“Noi siamo stati ben felici di intervenire in Abruzzo”, ha detto Zecchino, “esperienze del genere le abbiamo realizzate ad esempio in Lombardia. Ma qui è la prima volta. Questo progetto ha come scopo quello di creare occupabilità. Cioè formare gli studenti in attesa di un’occasione di lavoro”. A portare un messaggio di speranza per il futuro dei giovani studenti anche una sportiva, l’ex pallavolista della Nazionale Maurizia Cacciatori che h,a esortato i giovani a non mollare mai se veramente vogliono raggiungere traguardi importanti nella vita.