Pescara, la lite del sabato notte finisce in scontro a spranghe e martelli: fermati 10 ragazzini

Pescara. Maxi rissa, ieri pomeriggio, sul molo nord del porto di Pescara: a sfidarsi due gruppi di ragazzini, a colpi di spranghe e martelli.

Ben 10 giovanissimi, tra cui alcuni minorenni, sono finiti in questura ieri pomeriggio a seguito di una rissa andata in scena all’ombra del Ponte del Mare e della Madonnina del porto.

Lo scontro, tra un gruppetto di italiani e un altro di nordafricani, sarebbe stato il secondo round di una lite scoppiata sabato sera per futili motivi, poco prima dell’una, nei pressi della Nave di Cascella: in quel caso le forze dell’ordine intervennero per separare alcuni giovani, uno dei quali finì con la bocca spaccata, probabilmente a causa di un pugno.

Evidentemente per quell’episodio è stata cercata e organizzata una vendetta, poiché ieri pomeriggio i due gruppi si sono fronteggiati con spranghe, mazze, caschi e perfino un martello: oggetti contundenti che sono stati quasi tutti gettati nell’acqua del fiume Pescara quando sono arrivate le volanti della polizia, allertate dai tanti passanti.

In dieci sono finiti in questura per l’identificazione.