Avezzano, D’Eramo: evitare che il partito dell’immondizia metta le mani sulle elezioni

“Mi appello alle forze partitiche e civiche del centrodestra nell’alzare il livello di attenzione per evitare che su Avezzano il partito dell’immondizia possa mettere le mani su questa campagna elettorale. Noto infatti in Aciam e Cogesa strani movimenti”.

 

Così il deputato aquilano Luigi D’Eramo, coordinatore regionale della Lega, parlando della situazione politica in vista delle elezioni amministrative nel capoluogo della Marsica, in una conferenza stampa in cui i salviniani hanno presentato il progetto di legge “Avezzano città del benessere”, alla presenza del candidato sindaco della Lega, Tiziano Genovesi.

 

D’Eramo ha inteso sbarrare la strada “a ingerenze nella partita delle elezioni amministrative di settembre” delle due società, Aciam e Cogesa, che gestiscono il servizio rifiuti rispettivamente nel territorio della Marsica e della valle Peligna. L’intervento del parlamentare è stato effettuato dopo la discesa in campo ufficiale del candidato sindaco di Forza Italia ad Avezzano, Anna Maria Taccone, commercialista e presidente dell’Aciam, presentata proprio oggi in una conferenza stampa che si è tenuta nel centro marsicano un’ora prima dell’incontro organizzato dalla Lega.

 

Voglio ricordare che c’è una costruzione politica nelle maggioranze del Cogesa e dell’Aciam. E spero non ci sia un parallelismo di interessi tra la gestione di un mondo che è sempre abbastanza opaco e le elezioni comunali di Avezzano – ha continuato D’Eramo -.

Occorre garantire che certi interessi non vengano a viziare il dibattito politico e la costruzione di una coalizione che deve essere trasparente e che deve rispondere esclusivamente a quelli che sono i problemi e le esigenze dei cittadini. Dove c’è la Lega – ha concluso il parlamentare – questa ingerenza non sarà mai permessa. Il partito dell’immondizia, per quello che riguarda la Lega, rimarrà fuori dal dibattito, dalla programmazione politica e dalla composizione delle liste”.