Ortona: un mese di iniziative all’insegna della scoperta, memoria e identità

Ortona. Il Comune di Ortona con il coordinamento della Biblioteca comunale e del Museo della Battaglia di Ortona, ha organizzato il “Maggio dei Libri”: un intero mese dedicato ai servizi di promozione della lettura e della cittadinanza culturale. Nell’ambito del progetto nazionale del Ministero per i beni e le attività culturali, al quale l’amministrazione comunale ha aderito anche quest’anno, la biblioteca comunale di Ortona ha progettato e coordinato oltre quaranta iniziative che, avviate il 23 aprile in occasione della Giornata Mondiale del Libro dell’Unesco, si concluderanno il prossimo 30 maggio. L’intero programma è consultabile dal sito istituzionale, al link biblioteca, e si avvale di una rete di collaborazione di oltre venti enti tra istituzioni scolastiche, associazioni professionali e culturali tra i quali la Consulta Giovanile, l’Associazione Italiana Biblioteche, Libera Associazioni nomi e numeri contro le mafie. «Un programma di iniziative ed eventi di grande rilievo – sottolinea il sindaco Leo Castiglione – che caratterizzano ancora una volta la nostra città sul piano della promozione e del diritto alla cultura in modo diffuso e capillare».

Le iniziative vanno dalle attività con la fascia 0/6 anni e le loro famiglie, nell’ambito dei servizi Cipì e Nido d’Infanzia, laboratori di lettura presso le biblioteche scolastiche degli Istituti Comprensivi di Ortona, letture pubbliche in città, convegni e incontri formativi. Di particolare rilievo alcune mostre del libro tra le quali, a partire da venerdì 10 maggio in biblioteca, “Accendi la lettura e spegni i roghi” dove verranno esposti i libri che nel 1933 i nazisti bruciarono nella piazza dell’Opera di Berlino, e dal 19 maggio presso le gabbie espositive di Zooart l’esposizione di libri che narrano le vittime innocenti delle mafie.

«La scoperta, la memoria e l’identità – dichiara il vice sindaco Vincenzo Polidori – sono componenti di coesione fondamentali per una comunità che, tramite la lettura e la cultura, voglia relazionarsi con il mondo”. Da segnalare infine due incontri pubblici presso la Sala Eden, il 17 maggio con “La leggenda d’oro di Mollichina” a cura di Mariangela De Crecchio e le musiche di Roberto De Grandis, e il 27 maggio con “Scrivere il mondo con l’Educazione Civile” al quale partecipa Michele Gagliardo, formatore del Gruppo Abele di Torino.