venerdì, Gennaio 27, 2023
HomeVideo Notizie AbruzzoA Teramo (e non solo) preoccupa il nuovo Codice Appalti: "Si perde...

A Teramo (e non solo) preoccupa il nuovo Codice Appalti: “Si perde in qualità” VIDEO

Il nuovo Codice dei Contratti Pubblici, recentemente approvato dal Consiglio dei Ministri e che entrerà in vigore il primo aprile 2023, ha generato molte preoccupazioni tra gli architetti dell’Ordine della provincia di Teramo del presidente Ombretta Natali, unitamente alla totalità degli ordini provinciali italiani.

“Nonostante si rilevano l’apprezzabile opera di snellimento delle procedure burocratiche, soprattutto in vista degli imminenti fondi del PNRR, la digitalizzazione quale motore centrale dell’appalto, la previsione di forme di tutela per le imprese esecutrici rispetto al caro prezzi e altre interessanti novità, restano forti perplessità su alcuni dei principali punti del nuovo impianto normativo. Emerge innanzitutto la perdita della centralità del progetto nei processi di trasformazione del territorio, attraverso il ricorso diffuso alle procedure di affidamento diretto dei servizi di progettazione, dunque senza bando di gara (limite esteso a 140.000,00 euro), la marginalizzazione dei concorsi di progettazione e la reintroduzione dell’appalto integrato, nel quale è l’imprenditore che realizza l’opera e la progetta”.

Nell’intervista tutte le altre sottolineature al nuovo codice.

Anja Cantagalli
Anja Cantagalli
Giornalista di varie ed eventuali

BREAKING NEWS PIU' LETTE

ARTICOLI SUGGERITI

RELATED ARTICLES