Un rinforzo di talento per la Tombesi: Lucas Baroni

Ortona. Prende sempre più forma il roster della Tombesi per la stagione 2020/2021. Dopo le conferme di Silveira, Adami, Berardi e Iervolino e gli arrivi di Sardella, Bordignon e Pieragostino, ecco la quarta new entry a disposizione di mister Marzuoli: Lucas Baroni. Nato in Brasile ma giunto in Italia già a 17 anni, nel settore giovanile del Kaos, proprio per questo Baroni è considerato, in base al regolamento, non come uno straniero ma come un giocatore “formato” in Italia: particolare di importanza non trascurabile, che consentirà a Gianluca Marzuoli di schierarlo liberamente, senza dover fare i conti con gli altri stranieri nel preparare le distinte di gara. Ventitré anni, Baroni ha fatto l’intero percorso del settore giovanile con la maglia del Kaos, raccogliendo anche importanti soddisfazioni: campione d’Italia Under 18, poi campione d’Italia e vincitore della Supercoppa a livello di Under 21. Dopo una breve comparsata a Bisceglie in A2, nel 2017, è andato a vincere la serie B a Imola, nella stagione 2018/2019, mentre nello scorso campionato si è diviso tra Real Rieti, in serie A (fino a dicembre) e poi di nuovo Imolese, nel girone A di A2. Con la maglia dei romagnoli, Baroni era al terzo posto in classifica, a meno 2 dalla capolista Chiuppano e in piena lotta promozione, prima dell’interruzione per il coronavirus. A livello personale, dieci gol in undici presenze con l’Imolese per questa ala-pivot che ama l’uno contro uno e il tiro da fuori, pronto a dare il 100% per la sua nuova maglia:

«Ho scelto la Tombesi in mezzo a tante offerte che ho ricevuto, perché è una società seria, di cui tutti parlano bene. Ho sentito anche Putano, che è un mio amico e ha giocato a Ortona lo scorso anno, e pure lui mi ha parlato bene della società e dell’ambiente. Poi credo sia una piazza giusta per un giovane che ha delle ambizioni, per provare il suo valore e tentare, insieme ai compagni, di portare la Tombesi il più in alto possibile. Conosco alcuni giocatori della squadra, per averli affrontati qualche volta da avversari, e sono certo che saremo una squadra competitiva. Per quanto riguarda le mie caratteristiche tecniche, ho sempre giocato da laterale offensivo e da pivot, in entrambi i ruoli e in base a ciò che è più utile al mister e alla squadra. Sono entusiasta per la nuova stagione, penso che la società stia costruendo un’ottima squadra e che potremo fare un bel campionato, puntando sempre in alto».