Tombesi, le impressioni di Gianluca Marzuoli

Ortona. Confermato alla guida della Tombesi per la seconda stagione consecutiva, Gianluca Marzuoli ha lavorato a stretto contatto con il direttore tecnico gialloverde, Massimo Morena, per allestire una squadra competitiva rispettando il budget messo a disposizione dalla società. Un lavoro duro, ma che ha dato i suoi frutti:

«Sono molto soddisfatto del lavoro che abbiamo svolto. Alla fine dello scorso campionato, la società ha ritenuto opportuno chiudere un ciclo, e non solo a causa del problema Covid-19. Avevamo bisogno di ringiovanire la rosa e mantenere dei punti cardine per fare fronte al difficile campionato che andremo ad affrontare. Adami e Silveira sono due giocatori di altissimo profilo umano e tecnico, è stato semplice per la società riconfermarli, Sardella e Bordignon sono i volti nuovi chiamati a dare quell’ulteriore esperienza che servirà durante il corso della stagione. A loro si sono aggiunti ragazzi più giovani ma di grande affidabilità e valore, come Jamicic, Baroni, Napoletano e Pieragostino, oltre ai ragazzi del nostro settore giovanile, quali Berardi, Iervolino e Francescano. Ne viene fuori un mix ben assortito che mi permetterà di lavorare con tranquillità per la stagione che verrà».

Un commento sul girone C di A2, in cui la Tombesi affronterà squadre toscane, umbre, marchigiane, molisane e pugliesi.

«Tutti i gironi hanno sempre le loro difficoltà, il nostro sarà molto equilibrato, non vedo una squadra superiore alle altre ma un livello qualitativo generale sicuramente alto. La continuità dei risultati sarà un fattore determinante, considerando il girone a 12 squadre. Nessuno conosce realmente il livello degli avversari, bisognerà incontrarli e poi trarre le proprie considerazioni. Il nostro obiettivo è quello di essere competitivi in tutti i campi e cercare di farci valere nel nostro. Avere una rosa rinnovata per l’80% ci metterà di fronte a problematiche ovviamente diverse da quelle che possono avere squadre gia consolidate nel tempo. Ci sono formazioni che, in base ai nomi, potrebbero essere migliori e altre peggiori di noi, ma i nomi non hanno mai fatto una squadra, il gruppo è un fattore importante che può incidere molto più di qualsiasi altra cosa».

Quest’anno avrai intorno a te uno staff rinnovato: hai già collaborato in sede di mercato con Massimo Morena, che resterà a contatto con la squadra per tutto l’anno, in più avrai un nuovo vice, Filippo Della Valle, e due nuovi preparatori, i prof. Agrello e Zampacorta.

«Devo ringraziare il direttore Massimo Morena per la preziosa collaborazione avuta fino ad oggi, abbiamo lavorato in perfetta sintonia fin dal primo giorno e ci siamo trovati sempre d’accordo su tutte le scelte che abbiamo fatto. Quando inizieranno gli allenamenti avrò con me un nuovo staff, composto da Della Valle, che ha fatto bene in Under 19 lo scorso anno, e dai preparatori Agrello e Zampacorta, che sicuramente porteranno tanta professionalità e competenza in campo. Ho avuto modo di confrontarmi con loro per stabilire quelle che saranno le linee guida della stagione che verrà, sono convinto che daranno un contributo importante alla causa della Tombesi Ortona».