Serie C, il Teramo batte il Foggia e sale al secondo posto (2-0). Domenica sfida alla Ternana

Pokerissimo di vittorie al Bonolis per il Teramo che sbriga senza troppi problemi la pratica Foggia per 2-0, lanciandosi ora alla sfida di domenica al Liberati contro la capolista Ternana.

I satanelli paiono iniziare con lo spirito giusto: Curcio dopo 2’ gira al volo verso la porta del Teramo ma Lewandowski para senza problemi. Poi per due volte sarà Bombagi a farsi vedere, prima al 19’ con un cross dalla sinistra e poi con una girata, ma in entrambi i casi Fumagalli deve fare poco. Santoro si fa vedere con un paio di percussioni, chiamando anche alla parata il portiere ospite al 24’ con un tiro dalla distanza. Lo imita Gentile, al 36’, anche in questo caso con Lewandowski che ferma senza patemi. L’unica emozione arriva al 42’: da un angolo di Arrigoni, Diakite fa la torre per Ilari che gira di testa verso la porta centrando la traversa. La palla finisce poi sulla linea non varcandola del tutto secondo il primo assistente nonostante le proteste di casa. 

La ripresa in ogni caso si mette subito bene per il Teramo: Anelli sbaglia la gestione del pallone, Bombagi ne approfitta trovando Fumagalli, ma Cappa è pronto a ribattere a rete segnando il vantaggio e diventando il nono marcatore stagionale biancorosso. Il Foggia prova la reazione al 10’ quando Curcio non arriva di un soffio a raccogliere un cross di D’Andrea. Bombagi vuole il gol e lo cerca anche al 13’, mirando però troppo in alto una punizione da buona posizione. Al 22’ Mungo fa le prove di quello che sarà il raddoppio del Teramo sul finale, con Pinzauti che indirizza però a lato. Al 25’ Gerbi fa il suo esordio con la maglia del Teramo al posto  di Cappa. Marchionni cambia gli uomini ma non la sostanza di una squadra che non riesce a proporsi. Il tentativo alto di Curcio al 38’ è tipico di una squadra senza troppe idee. Idea che invece ha Mungo al 39’ quando serve in profondità Pinzauti che questa volta con un bel diagonale in corsa firma il definitivo 2-0 ed il secondo centro in campionato. 

Con il secondo posto solitario in tasca a quattro punti dalla vetta, adesso per il Teramo è davvero tutto pronto per la sfida alla capolista Ternana. 

Teramo (4-2-3-1): Lewandowski 6; Diakite 6 (41’st Trasciani), Soprano 6, Piacentini 6,  Tentardini 6; Arrigoni 6, Santoro 6,5; Ilari 6, Cappa 6,5 (25’st Gerbi sv), Bombagi 6 (20’st Mungo 6); Pinzauti 6,5 (41’st Bunino). A disp.: Valentini, Costa Ferreira, Di Francesco, Celentano, Di Matteo, Viero, Iotti. All.: Paci. 

Foggia (3-5-2): Fumagalli 6; Anelli 4, Gavazzi 6, Germinio 6; Kalombo 6, D’Andrea 5,5 (37’st Dell’Agnello sv), Salvi 5 (14’st Balde 5,5), Gentile 5 (14’st Raggio Garibaldi 6), Di Jenno 5; Curcio 5, Rocca 5 (30’st Vitale sv). A disp.: Vitali, Galeotafiore, Ndiaye, Del Prete, Garofalo, Lucarelli, Aramini, Pompa. All.: Marchionni.

Arbitro: Garofalo di Torre del Greco (Bahri-Piazzini).

Reti: 4’st Cappa; 39’st Pinzauti.

Note: ammoniti Vitale, Anelli, Curcio, Salvi, Vitale; recuperi 1’ e 4’.