Pallavolo, la Lg Teramo si prende il derby con L’Aquila (2-3)

Ultimo Aggiornamento: domenica, 15 Dicembre 2019 @ 10:11

Vince di squadra la LG Impianti Futura Volley Teramo, che ribalta del tutto le cose in casa del CUS L’Aquila e si prende il quarto posto a discapito delle rivali di giornata. Il 2-3 (25-20; 25-13; 17-25; 15-25; 8-15) dà un importante segnale al campionato delle biancorosse dopo il ko di Giulianova. Gap iniziale a vantaggio locale, con un deciso 8-4 firmato dai 3 punti di seguito alla battuta di Fiorini. Furlan e Perna tengono in scia le ragazze di Arrizza sul 9-7. Il servizio de L’Aquila è sempre forte e lungo, al primo time out si va sul 13-8. Imprescia mette a terra il punto che interrompe un lungo break cussino, ma il gap al secondo stop è di 8 lunghezze (18-10). Futura che ci prova e mura due volte di seguito su Di Marco accorciando sul 21-18. Le padrone di casa fanno vedere grande cattiveria sotto rete, Mazzagatti annulla il primo set point ma poi il CUS chiude sul 25-20.

Avvio di secondo periodo con la Futura che allunga subito 0-2, ma le locali recuperano con i diagonali vincenti di Di Marco e firmano il sorpasso sul 4-3. Due punti biancorossi con Limoncelli a servire, poi Di Marco fa altrettanto e L’Aquila è sul 9-6. Il valore aggiunto delle locali è il libero Masciantonio, che recupera l’impossibile, e le sue vanno sul 16-9. Le ragazze di Spagnoli tengono le redini del set e se lo aggiudicano con un netto 25-13.

Tutto cambia dal terzo periodo. Perna al servizio per lo 0-6 che dà la sensazione di una Futura più incisiva. Le cussine accorciano nonostante le proteste ospiti per due invasioni, 10-11 con Mirabilio, Di Marco e Fiorini a mettere giù palloni preziosissimi. Dall’altra parte sale in cattedra Matilde Angelini con una serie di giocate convincenti sia in realizzazione che in appoggio alle compagne e la Futura allunga al time out sul 10-14. Al rientro, Mazzagatti mette a terra il +7 (11-18). Ritmo altissimo della LG Impianti, con Imprescia che arma il destro con la massima incisività e Perna che sigla il 17-25 e porta la prima gioia alle aprutine.

Prova a scappare il CUS in avvio di quarta frazione con Di Marco e Pesce che finalizzano il 3-1. Furlan dà lo start alla rimonta ospite chiusa con un colpo lungo di Fiorini, 5-6. Poi va a battere Limoncelli e le biancorosse allungano 6-9 al time out tecnico. Imprescia e Perna ancora alla realizzazione staccando più in alto del muro, la Futura prova la fuga sul 7-13. Dopo un recupero aquilano, Marcucci e compagne rimettono le distanze larghe ancora grazie alla forza offensiva di Imprescia, 12-18. Arriva anche il 14-22 con tre servizi consecutivi di Limoncelli, è lo strappo decisivo, perché Teramo la chiude 15-25, pari e tie-break. 

Masciantonio riprende due palle al limite e le cussine vanno sul 2-1 in avvio di quinto set. Dopo essere andata sotto di 2, la squadra di coach Arrizza pareggia 5-5 e poi Mazzagatti sorpassa col muro (5-6). La LG Impianti persiste ed allunga con la stoccata all’angolo di Perna, 6-10! Alla fine, al secondo match point, Imprescia piazza in diagonale l’8-15 che decreta la sesta vittoria stagionale della Futura. A fine partita, grande dedica a Teresita Ciccone, presente in campo a poche ore dalla proclamazione a Dottoressa in Ingegneria proprio nel Capoluogo. Qualche ora di riposo per capitan Furlan e compagne, poi si penserà all’ultima del 2019. Sabato, alle 20:00, altra trasferta, stavolta con la Volley Junior Ortona. 

CUS L’Aquila – LG Impianti Futura Volley Teramo 2-3 (25-20; 25-13; 17-25; 15-25; 8-15)

CUS L’Aquila: De Paulis, De Zuani, Di Carlo, Di Cola, Di Cresce, Di Marco, Di Vincenzo, Fiorini, Guidotti, Masciantonio, Mirabilio, Nuvolone, Pesce. All. Spagnoli
LG Impianti Futura Volley Teramo: Angelini, Ciccone, Furlan, Volpi, Imprescia, Limoncelli, Mazzagatti, Perna, Scarpone A., Scarpone L., Marcucci. All. Arrizza
I Arbitro: Federica Campetta
II Arbitro: Francesca Iarussi