Non bastano i rinforzi: il Pescara perde a Salerno

Salernitana: (3-5-2) Belec; Bogdan, Gyomber, Mantovani; Casasola, Coulibaly, Di Tacchio, Capezzi, Cicerelli; Gondo, Djuric. In panchina: Adamonis, Guerrieri, Aya, Lopez, Sy, Veseli, Iannoni, Kupisz, Schiavone, Barone, Giannetti, Tutino. Allenatore: Castori

Pescara (3-5-1-1) Fiorillo; Sorensen, Bocchetti, Jaroszynski; Bellanova, Memushaj, Valdifiori, Maistro, Nzita; Galano; Ceter. In panchina: Alastra, Radaelli, Drudi, Balzano, Masciangelo, Guth, Busellato, Fernandes, Maichin, Omeonga, Vokic, Odgaard, Asencio  Allenatore: Breda

Reti: 8′ Gondo, 25′ Cicerelli

Arbitro: Marini di Roma 1

Ammoniti: Casasola, Machin, Maistro, Mantovani, Giannetti,

Non bastano i rinforzi di Machin e Sorensen: il Pescara di Breda stenta a decollare e perde in casa della Salernitana.

I granata ci mettono poco a passare in vantaggio: all’8′, su corner, Casasola la spizza per Djuric che la spizza ancora di testa e Gondo la devia in rete dall’area piccola. 1-0. Il raddoppio al 25′: Ceter sbaglia un pallone orizzontale e avvia la ripartenza avversaria, chiusa da Cicerelli con un radente dal limite. 2-0. L’unico tiro in porta del Pescara del primo tempo è al 31′: Galano apre il mancino dal limite e cerca l’angolino basso ma la palla esce a fil di palo.

La Salernitana chiude in attacco il primo tempo, il secondo si apre con l’attacco pescarese: Galano raccoglie una palla portata in percussione da Ceter e calcia da due metri ma Belec risponde presente. Ancora Galano, al 57′, incorna su traversone di Nzita e manca il bersaglio di poco. I campani riprendono il dominio con due conclusioni a distanza di pochi minuti di Djuric e Casasola: Fiorillo riesce a salvarsi in entrambi i casi. Breda recupera finalmente Asencio dal lungo infortunio e lo butta dentro per il finale, insieme all’altro neoacquisto Odgaard, ma non riescono comunque a cambiare le sorti del match. Beffa e danno nel finale per il Delfino, che vede anche Galano infortunarsi in pieno recupero.