-- HEADER MASTHEAD DESK --
-- HEADER MASTHEAD MOB --

La campionessa Verena Steinhauser allo Stadio del Nuoto di Chieti

PUBBLICATO IN:
Ultimo Aggiornamento: lunedì, 4 Ottobre 2021 @ 22:37

Chieti. “Al Triathlon mi sono avvicinata da piccola per cause di forza maggiore: facevo atletica poi ho avuto un problema alla schiena e per questo ho iniziato a nuotare”. L’olimpionica Verena Steinhauser, atleta della nazionale italiana di Triathlon di ritorno da Tokyo 2020, ospite allo Stadio del Nuoto di Chieti della Esa Life, ha raccontato così i suoi primi passi da triatleta. Una carriera piena di successi per la 27enne di Bressanone che ora guarda alla partecipazione alle prossime Olimpiadi: “Sì, è quello l’obiettivo. Partecipare alle Olimpiadi di Tokyo per me è stato un sogno, che voglio ripetere sicuramente tra tre anni”. Nel frattempo si allena per la gara internazionale ad Abu Dhabi del 5 e 6 novembre prossimi: “È una competizione importante”, dice, “ma sono anche a fine stagione, quindi devo stare attenta a non esagerare, perché a fine stagione il rischio-infortuni è sempre più alto. Ai ragazzini che sto incontrando qui allo Stadio del Nuoto di Chieti, cerco di far capire che il Triathlon è bello perché non ci si annoia mai”.

La triatleta è da ieri a Chieti per la settimana di prova Triathlon allo Stadio del Nuoto. La settimana è aperta ai ragazzi dai 6 anni in su che vogliono cimentarsi con uno sport multidisciplinare (nuoto, ciclismo e corsa). La prova è gratuita ed è organizzata dalla Esa Life Stadio del Nuoto, presieduta da Giancarlo Della Rocca, con la direzione tecnica di Vito Del Priore.

Il progetto multisport vede protagonisti, oltre all’atleta della Nazionale italiana, anche il tecnico della Nazionale e allenatore di Verena Steinhauser Simone Mantolini e il tecnico Fitri (Federazione italiana Triathlon) Mirko Di Martile (referente giovanile Abruzzo). “Questo sport è sicuramente impegnativo a livello agonistico”, ha detto Mantolini, “ma per i ragazzi è soprattutto divertente. Come allenamento, la bici è la disciplina che porta via più tempo, circa il doppio rispetto alla corsa e al nuoto”. “Il Triathlon è uno sport giovane che stiamo cercando di far crescere anche in Abruzzo”, ha aggiunto Di Martile, “per i ragazzi può essere un’ottima base per scegliere in futuro il proprio sport”.

Le prove gratuite allo Stadio del Nuoto continuano oggi, martedì 5, alle ore 18, con la sessione dedicata alla bicicletta. Mercoledì 6, alle ore 17.30, è prevista la sessione di nuoto nella piscina interna da 25 metri e 8 corsie, con valutazione del livello dei partecipanti per la creazione dei diversi gruppi di triatleti. Giovedì 7, alle ore 18, ci sarà la sessione di corsa. Si chiude venerdì 8, alle ore 18, con la simulazione di una gara di Duathlon, bici/corsa.

-- FINE ART -
-- ART CORR OUTB --
-- ALTRI ART CORR -- -- ALTRE NEWS --

Latest articles

NEWS DALLA TUA CITTA'

Notizie Correlate