Il Chieti Calcio Femminile batte il Lecce Women in trasferta e blinda il secondo posto in classifica

Ultimo Aggiornamento: lunedì, 14 Giugno 2021 @ 19:18

Chieti. Il Chieti Calcio Femminile batte il Lecce Women in trasferta e consolida la seconda posizione in classifica: ad una giornata dal termine del campionato le neroverdi hanno 42 punti, due di vantaggio sulla Res Roma. Al Campo Comunale di Collepasso finisce 2-1 per le ospiti che hanno giocato un’ottima partita rischiando poco e portando a casa tre punti preziosissimi. Mister Lello Di Camillo deve fare di nuovo a meno di Vukcevic, comunque in panchina, e delle squalificate Giada Di Camillo e Stivaletta. Capitano per l’occasione è dunque Giulia Di Camillo. Torna dal primo minuto Esposito e nelle undici iniziali c’è anche la giovanissima D’Intino.

Il Chieti è subito aggressivo e trova il vantaggio al 3′ di gioco: Galluccio viene atterrata sul vertice dell’area, si incarica dell’esecuzione del calcio di punizione Giulia Di Camillo che lascia partire un bolide con il pallone che si infila all’incrocio dei pali. Il Lecce reagisce e colpisce una clamorosa traversa su calcio piazzato con Costadura al 14′. Le neroverdi però hanno costantemente il pallino del gioco e al 19′ si rendono pericolose con Cutillo che ci prova senza successo su corta respinta della difesa giallorossa. Al 25′ le padrone di casa devono fare a meno di Bergamo sostituita da Bisanti: per lei, giocatrice dell’Under 15 (è del 2006) è l’esordio in Serie C e lo festeggerà al meglio con la rete che arriverà nella ripresa. Al 29′ D’Amico si ritrova a pochi passi dalla porta difesa da Falcocchia, ma il suo colpo di testa finisce a lato. Il Chieti ha la grande occasione per raddoppiare al 43′ quando Carnevale da ottima posizione stacca bene di testa, ma mette fuori. Nei minuti di recupero del primo tempo succede di tutto. Al 46′ è Cazzato a fuggire sulla fascia sfuggendo alla difesa neroverde, invitante pallone al centro per De Benedetto che tira incredibilmente alto. Il Chieti trova invece la seconda rete al 48′ con Esposito brava a far secca Shore con un rasoterra nell’angolino a pochi passi dalla porta. Si va dunque al riposo sul 2-0 per le ospiti.

Nel secondo tempo, complice anche il gran caldo, i ritmi della partita scendono. Tante saranno anche le sostituzioni nelle due squadre. Al 2′ Falcocchia in uscita tempestiva anticipa bene Bisanti. Sette minuti più tardi Galluccio si libera al limite dell’area, ma poi esita troppo al momento di concludere e la difesa giallorossa riesce a sbrogliare la situazione. Il Lecce accorcia le distanze al 27′ grazie ad un gol di pregevole fattura di Bisanti: stop e tiro nell’angolo lontano. Al 35′ è Romeo ad andarsene in azione solitaria, ma la sua conclusione dalla distanza è parata a terra da Shore. Nei minuti di recupero è Costadura a provarci da fuori, ma il suo tiro, smorzato da Giulia Di Camillo, finisce direttamente fra le braccia di Falcocchia. Al triplice fischio finale del Signor Andriambelo (molto buona la sua direzione di gara) il Chieti festeggia un’importante vittoria. Le neroverdi nell’ultimo impegno dell’anno affronteranno il Monreale con la ferma intenzione di mantenere la seconda posizione e brindare ad un’annata decisamente magica.

TABELLINO DELLA GARA:
LECCE WOMEN – CHIETI CALCIO FEMMINILE 1-2
Lecce Women: Shore, Tomei , Felline, Tirabassy, Costadura, Marsano (33′ st Spedicato), Bergamo (25′ pt Bisanti), De Benedetto (19′ st Durante), Cazzato, D’Amico, Polo (13′ st Depunzio, 40′ st Maci). A disp.: Rizzon, Cucurachi, Capello. All.: Indino Vera.
Chieti: Falcocchia, De Vincentiis (17′ st Di Lodovico), Ferrazza, Benedetti , Cutillo, Galluccio, Di Camillo Giulia, Carnevale, Esposito, D’Intino (7′ st Colavolpe), Romeo. A disp.: Seravalli, Di Sebastiano, Vukcevic, Venditti. All.: Lello Di Camillo
Arbitro: Andriambelo di Roma 1
Assistenti: Scorrano e Rupe di Lecce
Marcatrici: 3′ pt Giulia Di Camillo, 48′ pt Esposito, 27′ st Bisanti
Ammonite: Di Lodovico e Romeo (C)

IMPRESSIONI POST PARTITA DI LARA SERAVALLI:
“Siamo entrate in campo calme e decise a far bene. Negli ultimi giorni abbiamo passato tanto tempo tutte insieme e questo ci ha aiutato a far bene: essere più unite significa comunque anche trovarsi di più in campo. La nostra è stata un’ottima prestazione, forse la migliore del nostro girone di ritorno, non solo per il risultato. Abbiamo commesso pochi errori, siamo state tutte pronte a difenderci, dunque un bel match sotto tutti i punti di vista. Nel primo tempo siamo state più aggressive di loro che forse non si aspettavano un Chieti così tanto combattivo. Siamo state all’altezza della situazione facendoci rispettare come sempre è successo nell’arco del campionato. Dopo il loro gol cosa ho pensato? Io avevo fiducia nella squadra e sapevo e speravo che ce l’avremmo fatta e così è stato. Loro hanno tirato pochissimo in porta. Hanno segnato a metà del secondo tempo in un momento critico e sotto un gran caldo. Con il Lecce c’è sempre stata competizione e tutte le partite contro di loro hanno riservato un alto agonismo come è giusto che sia fra due squadre che vogliono dimostrare di essere più forti. C’è sia rammarico che soddisfazione per questa nostra stagione a mio giudizio. Nella prima partita contro la Res Roma non ci aspettavamo una prestazione così bella a livello di squadra, poi siamo arrivate a fine girone di andata che eravamo fra il primo e secondo posto. Abbiamo poi perso contro il Palermo che era la nostra diretta concorrente alla promozione: mi verrebbe facile ora dire che avremmo potuto fare decisamente meglio. Abbiamo però dimostrato tanto: siamo un gruppo giovane, nelle ultime partite si sono viste le under 2000 che sono molto migliorate a mio giudizio. Dopo il match perso a Palermo abbiamo ripreso ad allenarci a testa bassa leccandoci le ferite. Ci sono ovviamente rimpianti perché avremmo potuto gestire meglio alcune partite, ma rimane la soddisfazione di aver fatto un ottimo campionato frutto di un grande lavoro di squadra. Abbiamo lasciato dei punti per strada, però ora è semplice parlare a cose fatte, è andata così, ma io ribadisco la soddisfazione per una stagione bellissima. Noi siamo tranquille e serene: abbiamo la consapevolezza di aver dato il massimo e con questa mentalità si ripartirà l’anno prossimo. Complimenti al Palermo che ha vinto meritatamente il campionato. Contro noi hanno giocato un ottimo match, ma la loro vittoria non toglie nulla al Chieti. Abbiamo lasciato qualcosa per strada lungo il percorso, però posso dire con certezza che il nostro risultato finale di quest’anno sarà il punto di partenza per il prossimo. La squadra è cresciuta partita dopo partita: sono arrivate nuove ragazze da noi ed è stato importante conoscerci sempre meglio. Ci siamo trovate a marzo sempre lì fra il primo e secondo posto: è ovvio che poi ci siamo rimaste male quando è arrivata quella partita storta che è costata tanto. Aver perso una sola gara comunque in tutto il campionato è stata un’ottima cosa e dunque, come detto, segna un punto dal quale poter ripartire al meglio. Siamo state sempre coese, contro il Lecce lo abbiamo dimostrato: andiamo a vincere e vinciamo, era questa la nostra filosofia e lo abbiamo dimostrato sul campo. È questa la giusta mentalità per il futuro ”.

Foto di Andrea Milazzo