Giulianova, nuova veste per la curvatura sportiva del Liceo Curie: primo incontro con Gabriele Tarquini

Giuliaova. La situazione sanitaria emergenziale in corso ha inciso profondamente la realtà scolastica, che si è ritrovata a dover affrontare enormi cambiamenti didattici.

In questo contesto tutte le attività riguardanti la motricità sono state fortemente penalizzate, ma come sempre nei momenti più difficili emergono energie ed idee che trasformano le difficoltà del momento in nuove opportunità formative. Così al Liceo Marie Curie di Giulianova la curvatura sportiva assume una nuova veste e mostra la sua natura dinamica e grintosa, proponendo una modalità alternativa per continuare a parlare di sport.
La attività della curvatura sportiva, coordinata dalla Professoressa Gabriella Falconi, ripartono con un ciclo di appuntamenti dal titolo “Storie di sport – Personaggi dello sport si raccontano” , in cui campioni e campionesse dello sport, scrittori e giornalisti, amanti dello sport interverranno per condividere la loro esperienza con gli studenti.

“I nostri ospiti racconteranno agli studenti le proprie esperienze, ricordando sacrifici e successi che ogni disciplina richiede e dimostrando come lo Sport sia una straordinaria scuola di vita” spiega la referente della curvatura, la professoressa Falconi.

Il primo incontro, che si terrà il 24 novembre prossimo ospiterà Gabriele Tarquini – pilota automobilistico italiano, campione mondiale turismo nel 2009 e vincitore della Coppa del mondo turismo nel 2018.

Il 30 novembre vedrà la partecipazione del pilota Matteo Ciprietti, tra i giovani talenti italiani nel panorama del motociclismo internazionale.

Il 09 dicembre Luigi Potacqui, fondatore della seguita community “Romanzo calcistico” narrerà “La magia del numero 10”, suo romanzo calcistico d’esordio.

Il 17 dicembre Sonia Marziani, autrice del libro “ Ho fatto a pugni con Mr Hodgkin”, racconta la propria esperienza di vita e di sport.

“Questa nuova veste della curvatura si pone come obiettivo quello di fornire ai nostri alunni spunti di riflessione e discussione e per aprire un confronto sui temi delle componenti del mondo sportivo con riferimento particolare ai principi di lealtà, educazione e formazione” – dichiara la Dirigente scolastica, Silvia Recchiuti – promuovere, inoltre, nell’alunno capacità personali che vanno oltre il semplice possesso di conoscenze, tecniche e abilità, le cosiddette soft skill quelle caratteristiche individuali, quelle attitudini capaci di renderci attrattivi e performanti sia nella ricerca di un lavoro, sia nel privato”.