-- HEADER MASTHEAD DESK --
-- HEADER MASTHEAD MOB --

Plusvalenze sospette, Striscia contro il Pescara ma per Sebastiani “Nessuna inchiesta” VIDEO

Ultimo Aggiornamento: martedì, 10 Aprile 2018 @ 10:21

Striscia la Notizia, nella puntata di ieri sera, è tornata a occuparsi del fenomeno dei “giocatori gemelli” e delle plusvalenze sospette che alcune società di calcio professionistiche ricaverebbero da alcuni scambi artefatti. Stavolta, però, la Pescara Calcio è stata chiamata direttamente in causa.

 

Già lo scorso 27 febbraio, Moreno Morello aveva puntato il dito sugli scambi tra Pescara e Vicenza (società poi fallita) tra Raffaele Vio e Filippo Gambasini, entrambi valutati 750mila euro. 

Il meccanismo incriminato è questo: compiacenti, due club scambiano a vicenda giocatori che costano zero ma valutati appositamente cifre esorbitanti, così da far conteggiare in bilancio le plusvalenze e tappare i buchi. Ai giocatori, ignari di tutto, tocca però la peggior sorte: nemmeno un minuto nel club di destinazione e, con il cartellino bloccato, finiscono in prestito in categorie minori.

Ieri, tramite l’intervento della tv locale Rete8, Striscia ha dato la voce del presidente biancazzurro Daniele Sebastiani, che ha rigettato l’accusa ironicamente: “Se per sistemare il bilanci devo fare Vio e Gambasin, vuol dire che siamo proprio alla canna del gas”, rimarcando che la Figc non ha aperto nessuna inchiesta “nel modo più assoluto: è un’operazione che io faccio con un’altra società”.

Ma Morello rincara la dose con una serie di altri scambi definiti sospetti: Gabrielli con Bosonin del Brescia (700mila euro), ancora con il Brescia, Camilli per Adedoyin (800mila euro), Caratelli e e Cappa con Bruno e Di Pentima  del Vicenza (900mila e 800mila euro). Contattati i giocatori, tutti hanno dichiarato di aver scoperto o solo molto tempo dopo l’entità delle valutazioni, di aver avuto pochissimo spazio nelle prime squadre, a fronte di estreme difficoltà a svincolarsi, per poi finire nelle categorie dilettantistiche.

Ma Sebastiani assicura che il fenomeno delle plusvalenze sospette “non ci tocca minimamente”, nonostante Striscia mostri che sul bilancio biancazzurro, registrato il 30 giugno 2015, c’è scritto:

Plusvalenze sospette, Striscia contro il Pescara ma per Sebastiani "Nessuna inchiesta" VIDEO

Si attendono sviluppi.

GUARDA IL SERVIZIO DI STRISCIA LA NOTIZIA: CLICCA QUI

SEGUICI SUI SOCIAL

111,756FansLike
1,569FollowersFollow
5,932FollowersFollow
2,698SubscribersSubscribe
-- FINE ART -

ALTRI ARTICOLI SIMILI

Latest articles

NEWS DALLA TUA CITTA'

Notizie Correlate