Il Teramo gioca male, perde 2-0 sul campo del Tuttocuoio e abbandona il primo posto

Ultimo Aggiornamento: sabato, 4 Novembre 2017 @ 14:41

teramo_calcioSanta Croce sull’Arno. Il Teramo cade sul campo del Tuttocuoio e perde il primo posto in classifica. A Santa Croce sull’Arno i biancorossi si arrendono (2-0) al termine di una prestazione assolutamente deludente.

Mai in partita il Diavolo, poco incisivo in fase di impostazione e conclusione dell’azione. Molto discutibili alcune scelte operate nel pre-partita da mister Vivarini, scelte che potrebbero far presagire qualche cessione eccellente nei prossimi giorni di mercato. Passando alla cronaca del match, Gaeta e compagni in novanta minuti riescono a costruire appena un’occasione da rete, peraltro con un tiro da distanza siderale (Dimas al 42′, Bacci alza in angolo con un bel tuffo plastico). Il Tuttocuoio ha buon gioco e segna un gol per tempo. Il vantaggio arriva al 34′ grazie ad un’iniziativa personale di Ferrari che batte Serraiocco con un bel fendente in diagonale. Nella ripresa, con il Teramo già ridotto in dieci (al 49′ rosso a Lulli per un fallo di reazione sciocco e inutile), c’è il raddoppio dei locali. A segnarlo è Salzano che al 71′ trasforma un calcio di rigore assegnato per un atterramento in area del solito Ferrari. Al fischio finale i biancorossi abbandonano lo scettro di capolista e riflettono sui perché di un periodo decisamente no.

TUTTOCUOIO-TERAMO 2-0
MARCATORI: 34’Ferrari, 71’r Salzano
TUTTOCUOIO: Bacci, Arvia, Cacelli, Pane (72’Carroccio), Balde, Falivena, Di Giuseppe, Zane, Ferrari, Salzano (87’S.Colombini), Rosati (68’Giannattasio). A disp: Morandi, Cardarelli, J.Colombini, Mariani. All: Alvini
TERAMO: Serraiocco, Giannetti (61’Cenciarelli), Gregorio, Arcuri (75’Bucchi), Caidi, Speranza, Petrella, Lulli, Gaeta (61’Casolla), Dimas, Di Paolantonio. A disp: Narduzzo, Montecchia, D’Egidio, Sassano. All: Vivarini
ARBITRO: Paolo Formato di Benevento (Granci di Città di Castello/Mariani di Perugia)
NOTE: Ammoniti Falivena, Gregorio, Di Giuseppe, Di Paolantonio, Carroccio. Espulso Lulli al 49′ per fallo di reazione. Angoli 2-3. Rec 0’+4′. Spettatori 600 circa.

Francesco Graduato