-- HEADER MASTHEAD DESK --
-- HEADER MASTHEAD MOB --

Teramo-Ascoli 1-2: i biancorossi perdono ma destano una buona impressione

Ultimo Aggiornamento: sabato, 28 Ottobre 2017 @ 11:52

stadio_la_tribunaTeramo. L’amichevole tra Teramo ed Ascoli si conclude con la vittoria dei più quotati marchigiani, i quali portano a casa l’intera posta in palio espugnando di misura (2-1) il Comunale di Piano d’Accio.

A dispetto della sconfitta maturata sul campo, mister Cappellacci ha vari motivi per archiviare il match in maniera positiva. Nonostante le due categorie di differenza, per tutto l’arco della gara il match risulta abbastanza equilibrato: il merito non può che essere ascritto al 4-2-3-1 impostato dal tecnico di Tortoreto, uno schema arioso, mai rinunciatario, addirittura sfrontato al cospetto del blasone dell’avversario. Se la manovra convince, desta ancora qualche perplessità la tenuta della retroguardia abruzzese: Ferrani e Caidi, probabilmente appesantiti dai carichi della preparazione, a volte si lasciano andare a sbavature individuali evitabili, se non addirittura banali. Proprio su una disattenzione difensiva arriva la prima rete dell’incontro: a siglarla è l’ex Lanciano Capece, bravo a trasformare in oro un’azione di contropiede orchestrata da Zaza (11’). Lo svantaggio non scoraggia i padroni di casa, vicini al clamoroso pareggio con Bellucci: il suo colpo di testa sottomisura finisce incredibilmente fuori (33’). Nella ripresa non cambia l’andamento della sfida: il Teramo manovra, l‘Ascoli risponde di malizia. A proposito di malizia…con il passare dei minuti, il balletto delle sostituzioni amplia ulteriormente il gap di esperienza tra le due formazioni: i marchigiani ne approfittano con Soncin, il cui fendente non lascia scampo al neo-entrato Arduini (69’). Partita finita? Non proprio, visto che dieci minuti dopo Bordi riapre il punteggio con una sventola dai 25 metri: è il 2-1. Ci sarebbe ancora il tempo per la clamorosa rimonta, ma Patierno butta alle ortiche un’ottima chance. E’ l’ultimo sussulto della sfida: al fischio finale arrivano i meritati applausi per il Teramo, già proiettato sulla prossima amichevole di lusso, quella contro il Pescara di Giovanni Stroppa (3 agosto, ore 20.45).

TERAMO-ASCOLI 1-2

MARCATORI: 11? Capece (A), 69? Soncin (A), 78? Bordi (T)

TERAMO: Serraiocco (62?Arduini), De Fabritiis (46? Chovet), Montanari (62? Patierno), Valentini, Caidi, Ferrani (79? Meluso), Bellucci (79?Cosenza), Drudi (39? Zerbo), Bucchi (46’Giannetti), Righini (79?Mosca), Petrella (67? Bordi). All: Cappellacci

ASCOLI: Guarna, Scalise (67? Conocchioli), Pasqualini (46?Giallombardo), Prestia (46?Rosania), Peccarisi (88? Scognamillo), Faisca, Capece, Di Donato (62?Colomba), Soncin (79’Gragnoli), Zaza (46?Falconieri), Margarita (46?Hanine). All:Silva

ARBITRO: Francesco Fiore di Barletta (Di Salvo e Stasi di Barletta)

NOTE: Ammonito Di Donato nell’Ascoli. Angoli 3-1 per l’Ascoli. Rec 0’+3′. Spettatori 500 circa, di cui 200 provenienti da Ascoli Piceno.

Francesco Graduato

SEGUICI SUI SOCIAL

111,756FansLike
1,569FollowersFollow
5,934FollowersFollow
2,698SubscribersSubscribe
-- FINE ART -

ALTRI ARTICOLI SIMILI

Latest articles

NEWS DALLA TUA CITTA'

Notizie Correlate