-- HEADER MASTHEAD DESK --
-- HEADER MASTHEAD MOB --

L’Aquila sciagurato, il Prato si aggiudica 3-2 lo scontro salvezza

Ultimo Aggiornamento: giovedì, 2 Novembre 2017 @ 11:55

PRATO – L’AQUILA 3-2

PRATO. Rossi, Catacchini, Eguelfi, Benucci (78’Boni), Ghinassi, Ghidotti, Corvesi, Knudsen, Regolanti (46’Ogunseye), Gabbianeli, Capello (78’Gaiola). A disposizione: Bardini, Formato, Lucarini, Chelini, Cela, Serrotti, Rivas, Malotti, Moncini. All. Roberto Malotti

L’AQUILA. Scotti, Chirieletti, Piva, Cosentini, Pesoli (46’Bruno), Bensaja, Bulevardi(71’Di Mercurio) , De Francesco (46’Triarico), De Sousa, M.Mancini, Sandomenico. A disposizione: Savelloni, Bigoni, Sanni, Ligorio, Stivaletta, Perna, A.Mancini. All. Carlo Perrone

ARBITRO: Daniele Viotti di Tivoli (Argento, Notarangelo)

MARCATORI: 8’Benucci, 51’Ghinassi, 56’Ogunseye, 64’De Sousa (A), 79’Sandomenico (A)

Ammoniti: Pesoli, Bulevardi, Bruno (A) Ghinassi, Ogunseye, Gaiola (P)

Prato. L’Aquila stecca quello che ha tutte le sembianze di uno spareggio salvezza, perdendo 3-2 sul campo del Prato. Rossoblu riagguantati a quota 29 in terz’ultima posizione proprio dal sodalizio toscano. Lo spettro dei play-out comincia a farsi sempre più concreto per la formazione aquilana.

Gara che ha riservato molte emozioni, con i ragazzi di Malotti che sono passati in vantaggio nelle battute iniziali per poi subire per tutta la prima frazione le iniziative offensive dell’Aquila, che ha fallito svariate occasioni colossali, che ha colpito un palo e che si è visto annullare una rete ingiustamente. Nella ripresa tracollo rossoblu, con i padroni di casa avanti di tre reti, e tentativo di rimonta non portato a compimento dagli ospiti. Nel finale anche un rigore fallito dal Prato.

Pronti-via e Corvesi genera subito un brivido alla retroguardia rossoblu, per fortuna della compagine di Perrone il numero 7 di casa colpisce male. Pericolosissimo L’Aquila al 6′ con Sandomenico che colpisce a colpo sicuro da posizione favorevole ma Rossi si supera nel negare il gol all’attaccante aquilano.

Due minuti più tardi la formazione locale passa in vantaggio. Erroraccio di Pesoli che sbaglia in fase di disimpegno, Benucci intercetta e poi trafigge Scotti di sinistro.

Al quarto d’ora L’Aquila trova la rete del pari con Bensaja, ben servito da Bulevardi, ma l’assistente annulla segnalando un fuorigioco che non sembrava esserci. Ospiti ancora sfortunatissimi al 18′ quando Sandomenico colpisce al volo dal limite dell’area, spedendo la sfera sul palo.

Al 36′ altra occasione colossale per l’attaccante rossoblu che si presenta a tu per tu con l’estremo difensore di casa ma non riesce a dribblarlo. Sagra dell’errore in zona gol che continua sessanta secondi dopo con De Sousa che, forse credendosi in fuorigioco, servito in verticale in area di rigore non riesce a centrare lo specchio della porta.

Al 44′ gran controllo di Sandomenico che conclude ma si fa trovare ancora pronto Rossi. Porta stregata per L’Aquila, che avrebbe meritato sicuramente il pareggio entro la conclusione della prima frazione ma che quando non ha peccato nella mira si è vista negare la rete o dal palo o dal portiere locale.

Al rientro dagli spogliatoi, doppio cambio per Perrone che inserisce Bruno e Triarico al posto di Pesoli e De Francesco. Nel Prato, dentro Ogunseye per Regolanti.

Al 51′ arriva il raddoppio. Sugli sviluppi di un corner, Ghinassi salta solo soletto a centroarea e di testa batte ancora Scotti. Il gol del 2-0 rappresenta una mazzata tremenda per i ragazzi di Perrone che cinque minuti dopo subiscono la terza rete.

Ogunbeye servito in verticale si trova in azione di contropiede dinanzi a Scotti, lo salta e deposita in rete per il sigillo del 3-0.

Al 61′ ci prova il solito Sandomenico con un sinistro violento dal limite che finisce sopra la traversa.

Passano tre minuti e Chirieletti al debutto pennella un cross dalla destra per De Sousa che di testa trova la quarta rete stagionale. Il match si riapre.

Al 66′ sinistro di Piva su punizione che termina a lato. Poco dopo ci provano ancora Sandomenico e Triarico, Rossi si fa trovare pronto.

Al termine di cinque minuti di forcing violento da parte dei rossoblu, sembrano spegnersi le forze per un’insperata rimonta in casa L’Aquila ed invece al 79′ Sandomenico sorprende la retroguardia toscana, segnando il gol del 3-2.

All’87’ il Prato può chiudere definitivamente il match quando Gaiola si guadagna un calcio di rigore, subendo fallo da Bruno. Ghinassi spiazza Scotti ma spedisce alle stelle.

Nelle battute conclusive L’Aquila prova a centrare il gol del 3-3 senza riuscire nell’intento. Il Prato ritrova il successo casalingo dopo più di 4 mesi (5 dicembre 2015).

 

-- FINE ART -

ALTRI ARTICOLI SIMILI

Latest articles

NEWS DALLA TUA CITTA'

Notizie Correlate