-- HEADER MASTHEAD DESK --
-- HEADER MASTHEAD MOB --

Basket, Serie B: l’Amatori Pescara strapazza il Porto Sant’Elpidio

PUBBLICATO IN:
Ultimo Aggiornamento: sabato, 28 Ottobre 2017 @ 6:58

Amatori PescaraPelliccione 10, Pepe ne, Rajola 10, Battaglia 11, Grosso 11, Valentini 16, Ucci, Tagliamonte , Bini 21, Capitanelli. Allenatore: Giorgio Salvemini.

Porto S.Elpidio Basket: Piccone 10, Catakovic 2, Cernivani S. 12, Balilli, Fiorito 8, Trovato 2, Cernivani M., Romani 12, Cacace 1, Brighi 5. Allenatore: Massimiliano Domizioli.

Amatori Pescara- Porto S.Elpidio Basket 79-52  (15-15;37-26; 49-37)

Arbitri:  Claudio Borrelli (NA) e Vincenzo Di Martino (NA)

L’Amatori spazza via i dubbi della vigilia e batte il Porto Sant’Elpidio giocando una partita di grandissima qualità, sia in difesa che in attacco; ha concesso pochissimo agli ospiti e ha trovato tante soluzioni offensive per far fronte all’assenza del capocannoniere del campionato, con sei giocatori in doppia cifra.

Il primo quarto si chiude 15-15, con gli ospiti bravi a ricucire la fuga pescarese con due belle triple consecutive negli ultimi sessanta secondi di gioco (da 15-9 a 15-15). Nonostante questo break sfavorevole, l’Amatori, subendo solo 9 punti nei primi 9 minuti, fa già capire il tema della sua serata: difesa molto positiva, ottimo approccio alla gara e buon gioco di squadra.Battaglia, Valentini e Capitanelli all’inizio del match sono un po’ imprecisi al tiro, ma mettono in mostra le qualità in difesa: mettono insieme 4 stoppate, 3 palle recuperate e concedono pochissimi tiri facili. I padroni di casa, appunto, non dilagano per poca precisione offensiva, ma sono già padroni del campo. Matteo Bini ha comunque già realizzato otto punti e la regia di Rajola si dimostra lucida.

Nel secondo quarto la superiorità di Pescara emerge anche nel punteggio. Pelliccione inizia il tempino con un bell’assist, due bei rimbalzi e un canestro da sotto; è l’unico lungo di un quintetto piccolo con Grosso, Rajola, Ucci e Battaglia. Un quintetto che in quattro minuti subisce solo una tripla del pivot Romani (21-18), prima del rientro di Bini e Valentini. Porto Sant’Elpidio si affida moltissimo all’energia del giovanissimo play Piccone, che realizza quattro punti consecutivi (23-22). Qualche errore offensivo (accanto ad un paio di decisioni arbitrali cervellotiche) non demoralizza l’Amatori, che continua a far girare bene la palla per liberare Rajola e Bini, che stavolta sono infallibili (29-22). Gli ospiti continuano a fare fatica in attacco, con gli esterni marcati a uomo da Grosso e Valentini, che sgravano Rajola da qualche fatica di troppo. L’Amatori soffre solo qualche iniziativa di Romani e chiude il secondo quarto agevolmente, con qualche canestro dall’area (37-26).

Le squadre ricominciano il match costruendo buoni tiri, che però non hanno buon esito. Le polveri adesso sono bagnate da tutte e due le parti e la tanta intensità sul parquet porta a qualche errore di troppo: la situazione, ovviamente, non dispiace all’Amatori, che ha un cospicuo vantaggio da difendere. Le percussioni di Grosso tagliano la difesa ospite e accelerano i battiti della partita, pur senza portare sconquassi nel punteggio. Cinque punti consecutivi di Brighi, clamorosamente a quota zero punti fino a quel momento, dopo averne segnati 37 a Montegranaro sette giorni fa, sbloccano l’impasse ma non cambiano il volto al match: un gancio di Pelliccione e due liberi di Valentini riportano subito a undici i punti di distacco. La difesa dell’Amatori non scende d’intensità e la tripla sulla sirena di Valentini manda di nuovo Pescara in orbita: 49-37 a fine del terzo quarto.
Ancora tanta difesa e buone percussioni in avanti: l’Amatori segna sei punti in un minuto e mezzo e il coach ospite è costretto a chiamare subito timeout, per provare a  giocarsi le ultimissime speranze (55-39). Valentini stoppa Brighi e serve l’assist per la tripla di Battaglia (58-39). Porto Sant’Elpidio cerca di rimanere aggrappata alla partita, appoggiandosi al talento diFiorito (60-48; 62-49). Pescara, però, nuovamente, non subisce il colpo: Rajola detta i ritmi del gioco dei suoi, che accelerano di nuovo e segnano tre bombe di fila (due di Bini e una di Valentini). I padroni di casa divertono il pubblico negli ultimi minuti e ancora con Capitan Rajola sfondano di nuovo i venti punti di vantaggio. C’è spazio anche per il giovanissimoTagliamonte. Finisce 79-52 e l’Amatori può finalmente pensare al prossimo match: sabato santo sarà di scena a Rimini, per giocare la penultima partita del suo cammino.

SEGUICI SUI SOCIAL

111,756FansLike
1,569FollowersFollow
5,932FollowersFollow
2,698SubscribersSubscribe
-- FINE ART -

ALTRI ARTICOLI SIMILI

Latest articles

NEWS DALLA TUA CITTA'

Notizie Correlate