Ciclismo, Trofeo Città di Bellante-Memorial Mattia Loschiavo: successo dell’ucraino Maksym Varenyk

Ultimo Aggiornamento: martedì, 27 Luglio 2021 @ 21:43

Entusiasmo e tanti consensi per il Trofeo Città di Bellante-Memorial Mattia Loschiavo per la categoria juniores.

L’amministrazione comunale di Bellante, il Team Go Fast di Andrea di Giuseppe e l’Amore e Vita di Luigi Di Giosia hanno unito le forze con successo per questo appuntamento inedito nel calendario ciclistico abruzzese, voluto per ricordare nel miglior modo Mattia Lo Schiavo che amava profondamente la bicicletta sia da strada che mountain bike, venuto a mancare nel novembre del 2017.

Coprendo cinque volte un anello di 22 chilometri tra Bellante, San Nicolò a Tordino e Campli, una serie di fughe hanno vivacizzato la prima parte della corsa con Samuele Disconzi (Autozai Petrucci Contri) da solo con un vantaggio massimo di 35 secondi e poi ripreso da Valerio Tedeschini (Gulp Pool Val Vibrata-Pedale Rossoblu) e Riccardo Truffellini (Reda Mokador-Pedale Chiaravallese), fuga anche per Antonio D’Apice (CPS Professional Team) e Sedrit Facja (Unipolglass Centri Cristalli Auto).

I restanti 40 chilometri sono stati movimentati dal terzetto Umberto Ceroli (Vini Fantini Sportur Freebike), Francesco Menghini (Gulp Pool Val Vibrata-Pedale Rossoblu) e Riccardo Palumbo (Big Hunter Beltrami Nuova Spiga Aurea) a cui ha cercato di rispondere il gruppo alle loro spalle sotto la spinta di uno scatenato Maksym Varenyk (Cps Professional Team).

Molto incisiva l’azione solitaria di Omar Dal Cappello (Autozai Petrucci Contri) al penultimo giro con all’attivo un minuto di vantaggio e il gruppo che ha reagito con i contrattaccanti Ceroli, Simone Roganti (Big Hunter Beltrami Nuova Spiga Aurea) e Varenyk.

Aggancio riuscito tra il battistrada e i tre inseguitori con Varenyk autore di una brillante progressione che lo ha portato ad ottenere la terza vittoria in quindici giorni di corse in Italia (seconda in Abruzzo dopo il trionfo sotto il diluvio di Cepagatti alla Corsa del Dottor Carlo).

Con un gap di oltre 1’30”, non hanno potuto fare nulla i diretti inseguitori con Lorenzo Di Camillo  (Gulp Pool Val Vibrata) e Giuliano Santarpia (Cps Professional Team) a completare il podio di una corsa condizionata dal caldo e dalle salite.

Accompagnato dalle note del celebre brano “Sultans on swing” dei Dire Straits, tra i preferiti di Mattia, momento molto toccante e commovente quello delle premiazioni alla presenza dei genitori (il padre Nino, la madre Tiziana e la sorella Camilla) e di Maurizia Corradetti (presidente del comitato provinciale FCI Teramo), Teresa Di Berardino (vice sindaco di Bellante), Ada Di Silvestre (assessore con delega alle politiche sociali) e Francesca Di Gregorio (assessore con delega alla scuola e al lavoro) sempre per il Comune di Bellante.

Ci tengo a ringraziare la famiglia di Mattia, l’amministrazione comunale di Bellante e tutto l’entourage di Amore e Vita con Luigi di Giosia e Pino Cerasi. Noi lo abbiamo fatto doverosamente e di vero cuore per Mattia ma facciamo queste manifestazioni grazie alle aziende che ci supportano.  Ad oggi organizzare eventi ciclistici è uno sforzo molto oneroso sia per il fattore economico che nella formazione di uno staff qualificato nel portare avanti i preparativi” Ha spiegato Andrea Di Giuseppe presidente del Team Go Fast ed anche nelle vesti di consigliere del comitato provinciale Teramo

Speriamo di ripeterci anche in futuro perché ci tengo molto a questo Memorial e siamo stati molto contenti della grossa affluenza di partecipanti. Mattia da lassù ci ringrazia ancora per quello che abbiamo fatto nella sua Bellante” ha detto Luigi Di Giosia in rappresentanza dell’Amore e Vita.

Teresa Di Berardino, vice sindaco di Bellante: “Siamo stati veramente entusiasti di aver accolto questa manifestazione nella quale hanno partecipato atleti da quasi tutta Italia. Un giorno di festa indimenticabildopo le vicissitudini post pandemia. Il nostro Comune ringrazia tutti i volontari, la Protezione Civile, la Polizia Locale, la sezione Alpini, il Team Go Fast e l’Amore e Vita che si sono tanto prodigati affinché l’evento potesse riuscire senza alcun intoppo. Finalmente abbiamo visto tanta gente in piazza e molto entusiasta verso le manifestazioni sportive”.

 

ORDINE D’ARRIVO

1. Maksym Varenyk (Cps Professional Team) 106 km in 2.46’51” media 38,118 km/h

2. Lorenzo Di Camillo (Gulp Pool Val Vibrata-Pedale Rossoblu) a 1’32”

3. Giuliano Santarpia (Cps Professional Team)

4. Marco Fermanelli (Scap Trodica di Morrovalle)

5. Riccardo Palumbo (Big Hunter Beltrami Nuova Spiga Aurea)

6. Anthoni Silenzi (OP Bike)

7. Diego Bracalente (Scap Trodica di Morrovalle)

8. Marco Dalla Benetta (Autozai Petrucci Contri)

9. Sergio Giaffreda (Autozai Petrucci-Contri)

10. Umberto Ceroli (Vini Fantini-Sportur Freebike)

11. Italo Fini (Cps Professional Team)

12. Matteo Lanucara (Unipolglass Centri Cristalli Auto)

13. Antonio D’Apice (Cps Professional Team)

14. Ettore Loconsolo (Vini Fantini-Sportur-Freebike)

15. Matteo Fiorini (Reda Mokador-Pedale Chiaravallese)

16. Marco Caferri (AS Roma Ciclismo-Team Coratti)

17. Nicolo’ Severa (AS Roma Ciclismo-Team Coratti)

18. Nicolo’ Di Giacomo (Vini Fantini-Sportur-Free Bike)

19. Riccardo Truffellini (Reda Mokador Pedale Chiaravallese)

20. Michele Depalma (Team Bike Terenzi)

21. Lorenzo Sorgi (Team Go Fast)

22. Federico Fantozzi (AS Roma Ciclismo-Team Coratti)

23. Davide Ferrari (Autozai Petrucci Contri)

24. Omar Dal Cappello (Autozai Petrucci Contri)

25. Gabriele Munafò (Team Nibali)

26. Angelo Colaiemma (Fausto Coppi Acquaviva)

27. Gabriele Calandra (Gulp Pool Val Vibrata-Pedale Rossoblu)

28. Luca Amadio (Unipolglass Centri Cristalli Auto)

29. Francesco Menghini (Gulp Pool Val Vibrata-Pedale Rossoblu)

30. Diego Molisso (Unipolglass Centri Cristalli Auto)

31. Simone Aielli (Vini Fantini-Sportur-Freebike)

32. Luca Gregori (Autozai Petrucci Contri)

33. Simone Roganti (Big Hunter Beltrami Nuova Spiga Aurea)

34. Pietro Biondani (Autozai Petrucci Contri)

35. Alessandro Pasquotto (Autozai Petrucci Contri)

36. Samuele Disconzi (Autozai Petrucci Contri)

Credit fotografico Daniele Capone (Capodany PH)