Roseto si illude a Udine, ma perde la testa nel finale

Apu G.S.A. UDINE – ROSETO SHARKS 80-70

Parziali: 17-19; 33-43; 53-59; 80-70

G.S.A. Udine: Kyndall Dykes 16 (6/10, 0/4), Rain Veideman 15 (3/4, 2/5), Ousmane Diop 12 (6/8, 0/1), Chris Mortellaro 12 (5/7, 0/0), Franko Bushati 7 (0/2, 2/6), Francesco Pellegrino 6 (2/5, 0/2), Tommaso Raspino 5 (1/2, 0/4), Michele Ferrari 4 (2/3, 0/0), Vittorio Nobile 3 (0/0, 1/2), Andrea La torre 0 (0/0, 0/0), Daniel Ohenhen osasenaga 0 (0/0, 0/0), Luigi Cautiero 0 (0/0, 0/0). Coach Lino Lardo

Tiri liberi: 15 / 26 – Rimbalzi: 36 10 + 26 (Chris Mortellaro 10) – Assist: 23 (Kyndall Dykes, Vittorio Nobile 5)

Roseto Sharks: Andy Ogide 18 (6/9, 2/4), Matt Carlino 10 (2/10, 2/6), Marco Contento 10 (2/6, 2/6), Roberto Marulli 8 (0/3, 2/5), Riccardo Casagrande 8 (2/3, 1/1), Francesco Infante 8 (4/6, 0/0), Federico Zampini 4 (2/2, 0/0), Ion Lupusor 2 (1/5, 0/2), Giorgio Di bonaventura 2 (1/3, 0/2), Marco Lusvarghi 0 (0/1, 0/0). Coach Emanuele Di Paolantonio

Tiri liberi: 3 / 5 – Rimbalzi: 38 11 + 27 (Andy Ogide 11) – Assist: 17 (Marco Contento 6)

Note: espulso Carlino al 39’

Il miglior Roseto Sharks  della stagione in versione trasferta crolla nel finale, cedendo 80-70 al Pala Carnera con l’Apu G.S.A Udine. La notizia più brutta però è l’espulsione di Matt Carlino, che a cento secondi dalla fine si fa espellere,

dando in escandescenze dopo la mancata concessione di un fallo sotto canestro. Squalifica pressoché certa, si teme per due turni ma si spera in uno soltanto, tramutabile in una multa pecunaria

Parte meglio Udine, subito avanti 5-0. Primo canestro ospite con Andy Ogide, al quale replica Veideman. Marulli è in palla e realizza sia dalla lunetta che dalla lunga distanza. Roseto passa in vantaggio 9-10 grazie a una bomba di Carlino. Udine torna avanti, +3 dopo poco più di 5’. 0-7 di parziale biancazzurro con Ogide mattatore principale, Sharks che passano a condurre 13-17. I padroni di casa riescono ad impattare prima che Contento allo scadere sigli il canestro che chiude la prima frazione sul 17-19.

Regna l’equilibrio anche in avvio del secondo periodo. La G.S.A caccia momentaneamente la freccia con un siluro di Nobile, al quale ribattono Contento da due e Carlino con una nuova tripla. Udine riconquista la parità al 13’, 26-26. In casa biancazzurra c’è gloria anche per Zampini, che appena entrato in campo segna due canestri consecutivi. ½ di Bushati dalla linea della carità, Roseto che conduce 29-32 al 15’.

Non si segna per due minuti, prima che Ogide timbri due volte il cartellino, regalando il +7 agli ospiti: Lardo chiama time-out a 2’44” dall’intervallo lungo. Piove sul bagnato in casa G.S.A. con Veideman che commette il suo terzo fallo personale. Segnano un po’tutti in casa biancazzurra, questa volta tocca ad Infante, che va a bersaglio due volte consecutivamente: le lunghezze di vantaggio per la band di Di Paolantonio diventano undici. La bomba di Contento regala il +12 ma l’ultimo canestro prima del rientro negli spogliatoi è di Mortellaro. 33-43 il punteggio al 20’.

La ripresa si apre con Ogide che va ancora a segno, risponde Bushati con una tripla. Roseto va in confusione, perdendo la bussola in fase offensiva: Udine ne approfitta andando a segno due volte con Diop ed una con Dykes: 42-45 a 6’23” dal termine del terzo quarto di gioco. Non basta il time-out per risvegliare gli ospiti, che subiscono ancora due volte da Dykes: Udine torna così avanti nel punteggio, prima che Casagrande regali il nuovo vantaggio agli Sharks, interrompendo un parziale di 13-0. 46-47 al 25’

. Dopo altri quattro punti friulani firmati da Ciccio Pellegrino, arriva la reazione rosetana con Infante e con Carlino, che segna i primi canestri da due punti della sua gara e riporta i suoi avanti di 3. La G.S.A. Udine non realizza più dal campo, gli ospiti invece colpiscono da 3 con Ogide e Contento. ½ dalla lunetta di Raspino, alla fine della terza frazione Roseto conduce 53-59.

Udine impatta di nuovo in avvio di periodo finale, ma Casagrande piazza la bomba del nuovo +3 rosetano. Dopo un nuovo sorpasso da parte dei ragazzi di Lardo, al 35’ il punteggio è sul 65-65. Mortellaro un minuto più tardi trova il tap-in del +2 friulano. Franco Bushati, ultimo arrivato in casa G.S.A, mette dentro un siluro di importanza capitale, quello del 70-65 a 3’11” dalla fine.

Roseto perde due palle in attacco, contropiedi vincenti di Ferrari e Mortellaro: 74-65 al 38’ e Udine ad un passo dalla vittoria. Poco più tardi Carlino ritiene di aver subito fallo, gli arbitri non la pensano così. L’italo-americano perde la testa, sfidando gli arbitri che lo allontanano definitivamente dal campo.

Gli Sharks escono anticipatamente dal campo, sprofondando poco dopo sul -14 e limitando i danni sull’80-70 finale, ma serve a ben poco. Una sconfitta che fa più male del solito per Roseto, perché sa di occasione gettata malamente alle ortiche: in corso d’opera è parso chiaro che l’impresa era alla portata dei biancazzurri.