Basket, sfuma il sogno Serie A2 per le Panthers Roseto

Ultimo Aggiornamento: giovedì, 24 Giugno 2021 @ 18:04

La sconfitta che non poteva arrivare alla fine è arrivata: le Braderm Panthers Roseto cadono 54-47 sul parquet del Basket Roma e dicono addio al sogno promozione in A2.

Inevitabile che tanti siano i rimpianti, per la stagione ma anche per la partita, che dopo un primo tempo di grande equilibrio aveva visto le Pantere uscire con grande energia dai blocchi del terzo quarto toccando anche il +8. Nel finale però i canestri di una incontenibile Giulia Bongiorno hanno ribaltato la sfida, condannando le ragazze di coach William Orlando al più amaro degli epiloghi.
L’avvio, che vede Roseto partire con il solito starting five (Servadio, Lucente, Staseliene, Filippi e Garcia Leon) è quasi una fotocopia di quello contro il San Raffaele: grande equilibrio, punteggio basso e molti errori. Il Basket Roma non trova mai la via del canestro da fuori contro una difesa biancazzurra spesso disposta a zona, Roseto ha una Lucente in grande spolvero ma soffre la fisicità delle giovanissime romane e come spesso accaduto nelle ultime uscite sbaglia troppo in avvicinamento a canestro. Il primo parziale si chiude sul 10-10, il secondo sul 21-22, senza che nessuna delle due squadre sia mai riuscita a creare un minimo strappo.
Uno strappo che le Braderm Panthers trovano ad inizio terzo quarto, alzando il quintetto con Filippi da 3 e serrando le armi in difesa: con Servadio, Lucente e la stessa Filippi le ospiti toccano in più occasioni il +7 ma non riescono mai a scollarsi definitivamente di dosso le talentuose giovani di coach Bongiorno, per nulla stanche dopo una settimana molto dispendiosa tra la partecipazione alla Coppa Italia Under 18 e la vittoria del titolo regionale Under 16.
Due triple fotocopia di Marcella Filippi illudono Roseto ad inizio ultimo quarto, portandola sul 37-45 con sette minuti da giocare. Ma sono sette minuti infernali per Roseto, che subisce un devastante parziale di 17-2 che pone fine al suo campionato, proprio nella maniera in cui le biancazzurre quest’anno avevano vinto tante delle proprie partite. Lucantoni e soprattutto un’immarcabile Giulia Bongiorno, che segna 13 dei suoi 18 punti totali nell’ultima frazione, castigano una Roseto che in attacco non riesce più a trovare tiri aperti e si spegne sul più bello.
Una sconfitta pesante, soprattutto per le conseguenze: il sogno della promozione in A2 per quest’anno svanisce qui, a prescindere dall’esito della sfida casalinga di sabato alle ore 20 contro Aprilia, in virtù della differenza canestri nello scontro diretto favorevole alla Stella Azzurra. E’ un vero peccato per le potenzialità di questo gruppo, per gli investimenti della società e per il tanto lavoro dentro e fuori dal campo, ma alla fine conta il verdetto del parquet, e in questa stagione non è stato favorevole a Roseto. Non mancherà l’occasione di riprovarci.
BASKET ROMA-BRADERM PANTHERS ROSETO 54-47 (10-10; 21-22; 34-39)
ROMA: Di Stefano 6, Lucantoni 13, Cedolini 4, Fantini 3, Belluzzo, Benini, Preziosi 3, Aghilarre 9, Cenci, Bongiorno 18, Marini, Martino. Coach: Bongiorno.
ROSETO: Servadio 8, Lucente 10, Staseliene 7, Filippi 14, Garcia Leon 5, De Vettor, Scoglia 1, Azzola, Montelpare, Marini, Schena, Di Giandomenico. Coach: Orlando.
POOL PROMOZIONE-LA CLASSIFICA
Stella Azzurra Roma 16
Braderm Panthers Roseto 14*
Virtus Aprilia 10*
Basket Roma 10
San Raffaele Roma 6
Pink Basket Terni 2
*=una partita in meno