Basket, Roseto sbanca Ancona: primo colpo esterno per la Liofilchem

LUCIANA MOSCONI ANCONA – LIOFILCHEM ROSETO 68-80 (10-21; 23-22; 21-22; 14-15)

LUCIANA MOSCONI ANCONA: Thomas, Centanni 13, Potì n.e, Oboe 6, Caverni 11, Gospodinov 4, Pietro n.e, Paesano 18, Rattalino n.e, Leggio 14. Coach Stefano Rajola

LIOFILCHEM ROSETO: Pedicone n.e, Di Emidio 4, Cocciaretto n.e, Sebastianelli 3, Palmucci n.e, Ruggiero 9, Pastore 10, Amoroso 12, Llukacej n.e, Nikolic 15, Serafini 10, Lucarelli 17. Coach Tony Trullo

ARBITRI: Picchi e Cattani

Note: tiri da due Ancona 18/29, Roseto 19/33. Tiri da tre 6/22, 10/23. Tiri liberi 14/18, 12/20. Rimbalzi 30(28+2), 30 (27+3)

 

La Liofilchem Roseto chiude un 2020 da dimenticare (per ovvi motivi extra-cestistici) conquistando il primo successo esterno della stagione, in virtù del trionfo al PalaRossini col risultato di 68-80 sulla Luciana Mosconi Ancona.

Decisivo ai fini della vittoria il parziale di 0-16 in avvio di gara; da lì in avanti i padroni di casa sono riusciti in più occasioni ad assottigliare il gap, rivenendo però prontamente messi a debita distanza dai biancazzurri.

Primi sei minuti di gara a senso unico, con Roseto che domina fin dalla palla a due. 0-10 dopo 3’ grazie ad una tripla di Di Emidio, ad una conclusione dall’arco di Serafini e a cinque punti in fila di Nikolic. Il time-out richiesto da Rajola non cambia il trend delle prime battute del match, con il vantaggio degli ospiti che si estende a sedici lunghezze. Paesano e Caverno trovano i primi canestri dorici allo scoccare del 6’. Il quintetto di casa inizia così a prendere confidenza col canestro avversario e limita i danni in chiusura di frazione sul 10-21.

Caverni trova la prima tripla della gara per la Luciana Mosconi Ancona dopo sette tentativi, accorciando sul 16-23. Sale in cattedra però per la Liofilchem Valerio Amoroso, che con tre canestri intramezzati da due tiri liberi dei locali rimette Roseto sul +11. Tommaso Rossi porta il punteggio sul 20-29 al 15’. I padroni di casa tornano a spaventare Trullo, che chiama time-out prima che Centanni dalla lunetta regali il -5 ai dorici. Ci pensa Nikolic a togliere le castagne dal fuoco con due soluzioni vincenti consecutive. Una bomba del giovane Sebastianelli fa volare la Liofilchem sul 26-38. Alcuni viaggi in lunetta permettono alla Mosconi di assottigliare il divario, ma una tripla allo scadere di Lucarelli manda le squadre negli spogliatoi sul 33-43. Nikolic unico in doppia cifra con 13 punti.

Il primo canestro della ripresa lo firma Alessandro Paesano per i dorici, che come una formica passo dopo passo cercano di avvicinarsi nel punteggio, ma Roseto è sorretta in questa fase da Lucarelli. L’ex capitano di Capo d’Orlando va ancora a segno da tre, Leggio lo imita ma dall’altra parte gli ospiti trovano un’altra volta il bersaglio grosso con un siluro di Pastore. 44-52 il risultato al 25’. Ancona c’è e aspetta solo di approfittare di ogni possibile regalo rosetano: i ragazzi di Rajola si riportano a sole quattro lunghezze ma gli ospiti ribattono con Nikolic e Serafini. Buon finale di frazione per la Liofilchem che si lancia di nuovo sul +14 con le bombe di Pastore e Ruggiero. Il periodo invece termina sul 54-65.

Roseto si affida in attacco su Amoroso con buoni risultati e ad 8’dalla fine il vantaggio ospite è di dodici lunghezze. 60-70 al 35’ dopo il canestro di Leggio. Infrazione di passi di Serafini e time-out Trullo a 4’52”dal termine. Bomba Lucarelli, Liofilchem +13 al 36’. La successiva tripla di Antonello Ruggiero sembra porre i titoli di coda sulle residue velleità di vittoria per la Mosconi Ancona, con 16 punti da recuperare a 3’ dalla fine.

Arrivano però i tiri pesanti di Paesano e Leggio: Trullo non apprezza affatto e richiama a colloquio i suoi, arrestando il match. Leggio da sotto riduce ulteriormente il gap a 100”dalla conclusione; Lucarelli però va comodamente a schiacciare sul capovolgimento di fronte. Non va la tripla di Centanni e questa volta arriva la resa anconetana con qualche decina di secondo ancora da giocare.

L’incontro termina sul 68-80 in favore della Liofilchem.