Basket, la Liofilchem Roseto lotta con la capolista Cividale ma cede nel finale

LIOFILCHEM ROSETO – UEB GESTECO CIVIDALE 75-83 (13-22; 30-30; 14-12; 18-19)

ROSETO: Pedicone n.e, Gaeta n.e, Valentini n.e, Di Emidio 2, Cocciaretto 2, Sebastianelli 12, Palmucci n.e, Pastore 8, Amoroso 10, Nikolic 9, Serafini 11, Lucarelli 21. Coach Tony Trullo

CIVIDALE: Ohenhen 2, Miani 6, Chiera 17, Cassese 7, Rota 21, Battistini 14, Fattori 6, Cipolla 4, Hassan 6, Micalich n.e. Coach Stefano Pillastrini

ARBITRI: Schena e Lenoci

Note: tiri da due Roseto 19/33, Cividale 17/30. Tiri da tre 6/15, 12/24. Tiri liberi 19/31, 13/18. Rimbalzi 29 (23+6), 28 (24+4)

 

La Liofilchem Roseto dà fino all’ultimo del filo da torcere alla capolista UEB Gesteco Cividale, che trionfa al PalaMaggetti 75-83.

Il quintetto di Pillastrini domina nella prima parte di gara, conducendo di 17 ma subendo la rimonta dei padroni di casa che hanno avuto un paio di opportunità per impattare, sprecando 11 tiri liberi e cedendo nel rush finale.

Tolta la parentesi della Coppa Italia, Roseto è tornata a calcare il parquet in campionato a 35 giorni dall’ultima volta (7 marzo scorso). Trullo ha dovuto rinunciare a capitan Ruggiero (infortunatosi proprio in avvio del match di Coppa contro la Bakery Piacenza), ritrovando a mezzo servizio Di Emidio, reduce dal Covid.

Il primo canestro della gara è di marca ospite e lo realizza l’ex Stella Azzurra Cipolla. Roseto si sblocca sul capovolgimento di fronte con Lucarelli e passa a condurre con Serafini. Il vantaggio locale però dura ben poco, con i friulani che al 5’ sono avanti 7-11. Cividale vola sul +9 con la (seconda) bomba di Rota e lo schiaccione in contropiede di Battistini. Un’altra pregevole manovra corale definita da Cassese e una conclusione da sotto di Miani permettono ai ragazzi di Pillastrini di allungare ulteriormente. Roseto torna a segnare con una grande azione individuale del giovane Cocciaretto ma a parti inverse è ancora Cassese a timbrare per gli ospiti. La Liofilchem accorcia con Nikolic e due liberi di Lucarelli, chiudendo il primo quarto sul 13-22.

Il buon periodo biancazzurro prosegue con un libero di Nikolic ed un canestro di Lucarelli. Il 7-0 di parziale locale è interrotto dall’ex Fattori, che colpisce da tre punti.  La Liofilchem cerca di tenere il passo della corazzata friulana, che torna a prendere il largo scappando a sedici lunghezze di distanza. Una tripla di Amoroso fissa il risultato al 15’ sul 25-38. Nuovo massimo vantaggio ospite sul +17 con una conclusione dalla lunga distanza di Battistini. A poco più di 2’ dall’intervallo, sul 35-48, è Pillastrini a chiamare time-out ma è la strigliata di Trullo (e soprattutto di Amoroso) ai suoi ragazzi a portare effetti più proficui. La Liofilchem torna così a pochi secondi dall’intervallo sul -6 ma allo scadere Rota trova il siluro che manda le squadre all’intervallo sul 43-52. L’ottima prestazione di squadra fin qui di Cividale è certificata dalla presenza a referto di tutti i nove giocatori.

Al ritorno in campo è Roseto a colpire per prima con Lucarelli e Nikolic, fallendo altre due opportunità per assottigliare ulteriormente il divario. Così Cividale si sblocca con la tripla di Chieri; a parti inverse però i padroni di casa colpiscono con Sebastianelli, regalando alla Liofilchem il nuovo -5. Un più che mai combattivo Serafini regala ai rosetani il 52-55 al 25’, fallendo però un libero supplementare. Battistini prova a suonare la carica con una tripla, a cavallo della quale Roseto fallisce cinque tiri dalla lunetta in fila. Arriva un’altra bomba di Chiera che riporta gli ospiti sul +9. Non si segna più dal campo per quasi quattro minuti, prima della bomba da distanza siderale allo scadere di Valerio Amoroso, che chiude il terzo quarto sul 57-64.

Punteggio inchiodato per un minuto e mezzo, poi Lucarelli dalla lunetta fa ½. La quarta sinfonia di Chiera dall’arco regala il nuovo +9 ai friulani. I padroni di casa continuano a tirare ripetutamente dalla linea della carità, con esiti il più delle volte negativi: non è così però nella situazione successiva per Lucarelli. Arresto e tiro vincente di Pastore, 62-67 il risultato a 7’ dalla fine.  Lucarelli va ancora a bersaglio, Liofilchem a -3; Rota però ribatte prontamente. I biancazzurri si avvicinano sempre più, trovando il -2 con i liberi di Di Emidio; Cassese però fa 68-72 al 35’.

La palla scotta sempre di più e le difese sono più che mai arcigne, invitando spesso gli arbitri ad intervenire con delle sanzioni. 70-76 al 36’ con canestro di Miani in uscita dalla rimessa. Un minuto più tardi invece Roseto ha l’opportunità con Serafini di impattare senza riuscirci, così Rota riporta i suoi avanti di 4. Cividale inizia l’ultimo minuto in vantaggio 75-80 e con il possesso da gestire. Dopo l’errore di Chiera, Amoroso da tre sbaglia il tiro che avrebbe tenuta viva la partita, chiusa definitivamente dal migliore in campo, Rota, che in penetrazione segna e subisce fallo a 8”dal termine. La gara termina col successo ospite per 75-83.