-- HEADER MASTHEAD DESK --
-- HEADER MASTHEAD MOB --

Basket, la capolista fa la voce grossa: Roseto passeggia anche a Civitanova

Ultimo Aggiornamento: domenica, 28 Novembre 2021 @ 23:11

VIRTUS CIVITANOVA MARCHE – LIOFILCHEM ROSETO 53-77 (9-20, 14-17, 17-25, 13-15)

CIVITANOVA: Montanari, Rosettani n.e, Seri n.e, Cognigni 1, Guerra 7, Pedicone, Felicioni 10, Vallasciani 11, Dessì 3, Riccio 11, Muscio 10. Coach Marco Schiavi

ROSETO: Gaeta 1, Zampogna 9, Turel 2, Di Emidio 6, Bassi 2, Ruggiero 8, Pastore 16, Amoroso 8, Mraovic 5, Nikolic 16, Serafini 4. Coach Danilo Quaglia

NOTE: tiri da due Civitanova 15/33, Roseto 18/29. Tiri da tre 5/16, 12/28. Tiri liberi 8/10, 5/7. Rimbalzi 27 (19+8), 31 (22+9)

Continua la corsa in testa alla classifica della Liofilchem Roseto, che domina sul campo della Virtus Civitanova col punteggio di 53-77.

I ragazzi di Quaglia guidano il match dall’inizio alla fine, prendendo il largo nel corso del primo periodo. Un paio di passaggi a vuoto a cavallo fra il secondo e il terzo quarto rimettono in partita i marchigiani, prima che i biancazzurri allunghino definitivamente e portino a casa il successo ben prima del suono dell’ultima sirena.

Roseto avanti nel punteggio fin dalle prime battute ma i padroni di casa nella prima metà della frazione iniziale riescono a tenere il passo (7-10 il parziale al 5’); dopodichè si scatena Nikolic e la Liofilchem trova dieci punti in fila, chiudendo il quarto sul 9-20.

Dopo altri due biancazzurri siglati da Zampogna, Felicioni con una tripla prova a risvegliare i padroni di casa: non sarà così perché il vantaggio dei ragazzi di Quaglia tocca le diciannove lunghezze poco prima del 15’, quando dopo il canestro di Riccio il punteggio vede gli ospiti condurre 16-33. Capitan Ruggiero mette altro fieno in cascina, prima di un blackout offensivo dei rosetani che non segnano per oltre 4’: nel frattempo però Civitanova realizza sette punti, troppo pochi. La Liofilchem torna a colpire prima dell’intervallo con Bassi. Si torna così negli spogliatoi sul 23-37.

La pausa sembra inizialmente aver fatto bene a Roseto, che realizza per prima con Pastore da tre, che viene imitato poco più tardi da Di Emidio, che riporta i biancazzurri sul +18. Invece la Liofilchem si addormenta di nuovo, sbagliando di tutto in attacco e subendo la rimonta del quintetto locale che assottiglia il divario di undici punti, quando Quaglia chiama time-out.  C’è il risveglio con due triple ravvicinate di Di Emidio e Amoroso, che portano il risultato sul 36-49 al 25’. La media dei frombolieri rosetani dalla lunga distanza continua a crescere quando ad andare a segno sono Pastore e Zampogna. Showtime Liofilchem nel finale di frazione, con Pastore e Amoroso che prendono gli applausi  anche dei tifosi di casa. Gli ospiti chiudono così sul 40-62 a fine terzo periodo.

Gara virtualmente chiusa.  In apertura di quarto conclusivo Roseto porta in due occasioni il proprio vantaggio sul +26.  48-71 al 35’, quando già da qualche minuto Quaglia ha deciso di far tirare il fiato ad Amoroso. Spazio a quelle che normalmente sono secondi linee, vale a dire Bassi, Mraovic e Gaeta.  Poco altro da aggiungere con entrambi i quintetti che iniziano a tirare i remi in barca e a proiettarsi all’impegno successivo. Il match termina sul 53-77.

SEGUICI SUI SOCIAL

111,756FansLike
1,569FollowersFollow
5,934FollowersFollow
2,698SubscribersSubscribe
-- FINE ART -

ALTRI ARTICOLI SIMILI

Latest articles

NEWS DALLA TUA CITTA'

Notizie Correlate